Utente 142XXX
Buongiorno, scrivo perchè da giorni vivo in una situazione di estremo disagio trovandomi in una situazione di forte instabilità per quanto riguarda l'equilibrio. Specifico meglio: in passato ho già avuto per due volte una forte labirintite durata circa una settimana dieci giorni che mi immobilizzava completamente in quanto tutto ciò che mi circondava girava in maniera vertiginosa, ho voluto sottolineare questo fatto perchè quello che sto provando in questi giorni è ben diverso, altrimenti avrei riconosciuto a quale patologia andavo incontro;quello che provo adesso è una sensazione tipica di quando stiamo con la testa in giù e avvertiamo un forte afflusso di sangue alla testa. Questa sensazione l'avverto a folate a seguito di molti tipi di movimeni (tipo quando mi alzo da una sedia) o quando probabilmente aumentano le pulsazioni quindi anche per cause anche emotive. Purtroppo la situazione sta peggiorando e spesso ho la sensazione che mi escano gli occhi dalle orbite, tutto ciò mi fa continuamente perdere l'equilibrio e, altro particolare, il continuo sibilo che avverto da sempre nelle orecchie in alcuni casi anzichè essere (come di solito) continuo ha degli sbalzi come se alziamo e abbassiamo velocemente il volume di una radio.
Non riesco praticamente a fare movimenti senza essere accompagnato dalla sensazione di cadere e questo ovviamente mi limita in ogni mia attività.
Voglio aggiungere particolari della ma salute che potrebbero risulare utili:
ho effettuato analisi del sangue completi (medicina sul lavoro) e sono nella norma, così come la pressione misurata dal dottore stesso pochi giorni fa.
Da settimane ho un dolore alla gola e all'orecchio destro probabilmnte per aver preso freddo (soffro molto di mal di gola, non ho le tosille, ma l'orecchio non me lo aveva mai preso)inoltre da un anno e mezzo prendo una compressa di xeristar da 60mg ed una di depamag da 200mg ma in questi giorni ho gradualmente diminuito fino a smettere il depamag (ovviamente sono seguito da uno psichiatra), così come ho smesso lo xeristar ma purtroppo avrei dovuto prendere gradualmente delle compresse da 30mg che in verità non ho preso per aver smarrito la scatola e causa festività non ho ricomprato.
Grazie comunque per la Vs gentilezza.

Valuta ospedale

[#1] dopo  
Dr.ssa Franca Scapellato
44% attività
20% attualità
20% socialità
PARMA (PR)
Rank MI+ 84
Iscritto dal 2007
Gentile utente,
l'antidepressivo va ridotto sempre in modo graduale, appunto per non incorrere in disturbi come quelli che sta provando. La riduzione graduale permette anche di verificare se la sintomatologia psichica è veramente scomparsa o se c'è bisogno di continuare per un periodo. Comunque sono sicura che il suo psichiatra la potrà consigliare per il meglio.
Cordiali saluti
[#2] dopo  
Utente 142XXX

Iscritto dal 2010
Grazie infinite per la risposta.
Quindi lei ritiene che il problema sia solo di natura psichiatrica?
Cordiali saluti
[#3] dopo  
Dr.ssa Franca Scapellato
44% attività
20% attualità
20% socialità
PARMA (PR)
Rank MI+ 84
Iscritto dal 2007
Avevo detto che poteva essere l'effetto della brusca sospensione della duloxetina (Xeristar), che può dare nausea, cefalea, vertigini e altri disturbi nelle prime due settimane.
In più avevo aggiunto che la riduzione graduale è utile anche per valutare se la sintomatologia che aveva portato a curarsi è sparita davvero.
E' opportuno comunque che consulti lo specialista che la segue.
La saluto cordialmente