Utente 149XXX
Buongiorno Dottori,
sono una ragazza non poco angosciata... premetto che ho sempre avuto fobie su hiv ma circa 5 settimane fa mi è successa una cosa strana... ero andata all'università e ho l'impressione di essere stata punta con un ago o siringa... all'inizio mi sembrava una cosa impossibile ma ora i dubbi non mi lasciano vivere... prima mi si era avvicinata una ragazza? e mi aveva parlato della sua tesi e di varie cose ma anche dei suoi dolori vari... dopo il fatto, dopo una decina di gg. ho avuto dolori forti a una gamba e alla testa e ora vanno e vengono (non alla testa). Non ho febbre. Ho avuto alcuni sfoghi sul corpo (alcuni punti rossi ora non più presenti sull'addome, ora palmo delle mani che si screpola, lingua prima bianca con punti rossi e ora gialla e i punti permangono). Al che sono andata prima in Germania ma mi hanno detto che non valeva la pena di fare il test prima dei 3 mesi (perchè dopo 4 gg dal fatto sono partita... ho il ragazzo in G.). Tornata in Italia dopo 3 settimane sono andata dal mio dottore e anche dalla psicologa perchè non sto più vivendo. Ho fatto le analisi, dopo 5 settimane (antigene p24 e anticorpi), il risultato sembra negativo (io evidenzio per ora). Ho anche parlato del fatto con un'infermiera, la quale mi ha cercato di rassicurare, lei addirittura ha escluso che ce l'abbia. ma non bisogna aspettare almeno 2-3 mesi? L'altro ieri ho avuto leggeri dolori alla schiena e le dita dei piedi che pungevano.

Valuta ospedale

[#1] dopo  
Dr. Anna Maria Martin
36% attività
20% attualità
20% socialità
()
Rank MI+ 76
Iscritto dal 2008
Gentile utente buona sera, innanzi tutto vorrei rassicurarla poichè tutti i disturbi diversi che lei lamenta non possono avere nessun rapporto con questa supposta puntura. Innanzi tutto dal suo scritto non si capisce bene cosa sarebbe successo e chi lo avrebbe fatto, ma anche se per ipotesi fosse stata punta da un ago infetto da virus HIV, questo non significa avere immediatamente la malattia (Aids) conclamata: un individuo sieropositivo può anche stare bene a lungo e scoprire la sua sieropositività per caso.
Perciò cerchi di stare tranquilla, un saluto.
[#2] dopo  
Utente 149XXX

Iscritto dal 2010
Grazie per la risposta... le pongo ancora alcune domanda:
ma se l'ago è infetto da virus hiv, non prendo l'aids ma l'hiv sicuramente si?
Vorrei saperlo anch'io cos'è successo? Ero voltata di schiena e stavo parlando con una ragazza. Ad un certo punto ho sentito qualcosa nel braccio. Mi sono voltata e a fianco c'era quella ragazza ma non ho visto aghi e non ci ho dato peso. C'è da dire che non ho una sensazione del dolore molto forte.
Poi ho iniziato a pensare perchè con giacca e maglia è impossibile che mi punga un insetto. Ecco sembrava la puntura di un'ape ma di un secondo o poco più.
Come faccio a stare tranquilla?
Per quanto riguarda i test? ho letto della pcr qualit. o del Nat che danno riultati in breve tempo. lo so che sono cari però se è il caso.
[#3] dopo  
Dr. Anna Maria Martin
36% attività
20% attualità
20% socialità
()
Rank MI+ 76
Iscritto dal 2008
Gentile utente buon giorno, innanzi tutto il virus HIV non è molto resistente, e nell'ambiente esterno ha una sopravvivenza, alcuni dicono, di non più di due ore, quindi per poter infettare, un ago deve essere stato infettato da poco, ed avere una carica virale notevole.
Dopo un contatto col virus, la cronologia dei test sarebbe questa:
Un test dopo 3/4 settimane (lei lo ha fatto)
Un test di controllo dopo 3 mesi (tempo medio riconosciuto per lo sviluppo degli anticorpi (sieroconversione ossia sieropositività)
Un test a sei mesi ( tempo massimo riconosciuto in alcuni casi per lo sviluppo degli anticorpi e quindi per la sieroconversione).
Essere sieropositivi non vuol dire avere l'AIDS:
La sieropositività vuol dire avere gli anticorpi, poter infettare altre persone pur non avendo alcun sintomo.
L'AIDS è la malattia conclamata, il cui sviluppo dipende da diversi fattori ancora molto discussi dalla Comunità Scientifica Internazionale, ma qui entriamo troppo nello specifico.
Per cui segua questo protocollo per stare tranquilla, ma le possibilità di essere stata infettata in quel modo non sono molte.
Un cordiale saluto
[#4] dopo  
Utente 149XXX

Iscritto dal 2010
Grazie Dott.ssa
però posso ancora porle un quesito?
Lo so che poche persone sono state infettate in questo modo in tutto il mondo però il contagio si è verificato...
E poi allora perchè i giornali fanno così tanto allarmismo quando una persona viene punta da un malato mentale? E perchè la PPE. Mi pento di non essere andata all'ospedale subito.

[#5] dopo  
Dr. Anna Maria Martin
36% attività
20% attualità
20% socialità
()
Rank MI+ 76
Iscritto dal 2008
Gentile utente, lasciamo stare la stampa, che fà solo disinformazione in campo medico! Gli articoli pubblicati hanno il solo scopo di "vendere copie", sono scritti da persone non del campo e spesso infarciti da inesattezze che solo una persona invece esperta può cogliere.
Certo se lei avesse approfondito la cosa al momento ed un medico l'avesse visitata, avrebbe potuto rilevare o meno tracce fisiche di puntura, ma per i test non sarebbe cambiato nulla.
Un saluto