Utente 151XXX
Salve a tutti, quello che riporto è purtroppo un caso molto complesso, di una paziente - mia madre - malata di obesità (ora 148 kg circa).
Dopo una serie di analisi necessarie, svolte in un centro specializzato, propedeutiche ad un intervento di bendaggio gastrico, tornata a casa, è stata colpita da una lombosciatalgia sulla parte destra. I dolori erano fortissimi, non riusciva nemmeno ad alzarsi dalla sedia, e sotto prescrizione del medico curante, ha cominciato a fare delle iniezioni di Muscoril e Voltaren. Dopo due giorni di trattamento (iniezioni al mattino), c'è stata un improvviso peggioramento del suo stato di salute: non riusciva più a muovere le gambe.
Oltre questo, sembrava non più lucida e brillante come fino a poche ore prima, non riuscendo nemmeno a scandire bene poche parole.
Messa a letto, sotto prescrizione e consiglio della guardia medica, le diamo 2 (e dico due!) pillole di tavor 2,5 mg per cercare di farla dormire, in quanto attanagliata da dolori atroci.
Dopo 4 giorni di incredibile sofferenza, siamo riusciti a farla ricoverare d'urgenza presso il Policlinico di Bari: diverse tac hanno scongiurato Ictus o problemi alla testa, ma tutt'ora (a distanza di 3 giorni dal ricovero) presenta ancora problemi nell'esprimersi e nel muovere le gambe (alle quali però sente dolore). Di tutte le analisi fatte, gli unici valori un pò altini sono le Amilasi, il fegato un pò ingrossato e stressato dai farmaci. Si parla infatti di una sorta di avvelenamento da farmaci, ma una diagnosi non c'è ancora.
Ah, cosa molto importante: mia madre non è diabetica, ha avuto problemi cardiaci, ha un pace-maker ed un annetto fa ha subito una coronografia.
Parecchi anni fa ha avuto invece una pancreatite.
E' possibile avere un aiuto? Ho paura che le indagini non stiano andando nel senso giusto, e non vorrei perderla proprio ora che stava per raggiungere la meta del bendaggio gastrico.
Grazie infinite per la comprensione e l'aiuto.
[#1] dopo  
Dr. Tommaso Vannucchi
40% attività
16% attualità
16% socialità
PRATO (PO)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2007
Gentile utente
è impossibile fare una diagnosi senza vedere la paziente
[#2] dopo  
Dr. Luca Spaccapelo
24% attività
0% attualità
8% socialità
MODENA (MO)
Rank MI+ 32
Iscritto dal 2010
Gentile utente,
mi dispiace per sua mamma. Purtroppo la diagnosi che richiede a causa del quadro poli-patologico e farmacologico è già di per sè assai complessa , diviene (a mio parere) impraticabile per via telematica.
Cordiali saluti e auguri