test  dna  
 
Utente 353XXX
BUONGIORNO,SONO TIZIANA,HO 25 ANNI E DA QUALCHE MESE HO DEI DOLORI PERSISTENTI ALLA PIANTA DEI PIEDI(SENSAZIONE DI QUANDO SI HA LIVIDO) E ALLE ARTICOLAZIONI DELLE MANI-POLSI(NON FORTI ,SONO PIU’ CHE ALTRO FASTIDIOSI) CHE NON PASSANO NONOSTANTE L'ASSUNZIONE DI ANTINFIAMMATORI COME AULIN O BRUFEN .PER IL RESTO NON PRESENTO ALTRI SINTOMI A PARTE QUELLI DELLA MIA ALLERGIA ALLE GRAMINACEE(BRUCIORE AL NASO,ECC).
HO ESEGUITO DEGLI ESAMI E QUESTI SONO I RISULTATI:
PCR-VES-FATTORE REUMATOIDE-ESAME EMATOCITROMETRICO-CREATINA-FOLATI-ANTICORPI ANTI CITRULLINA-ANTI DNA-ANTI ENA-LAC LUPICO-COMPLEMENTO C3 E C4-TOXO TEST-GAMMAGLOBULINE IGA E IGM- tutto negativo o nella norma.
ANA positivo pattern omogeneo 1/320
GAMMAGLOBULINE IGG 1850(il medico dice che questo valore può dipendere dalla allegia alle graminacee in corso in questo periodo)
EPSTEIN BARR EBV positivo VCA negativo.
SECONDO LEI QUALE PUO’ ESSERE LA MIA PATOLOGIA?
GRAZIE .

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
20563

Cancellato nel 2010
I doloretti articolari non sono artrite (patologia vera, con alterazione anatomica documentabile).

Gli indicatori di infiammazione sono negativi, i farmaci non aiutano, i marcatori autoimmuni sono negativi tranne gli ANA isolatamente elevati. Il pattern omogeneo degli ANA farebbe pensare al LES (lupus eritematoso), ma la negativita' a antiDNA ed ENA (Sm) contraddice l'ipotesi. L'espansione policlonale delle IgG non dovrebbe avere relazione con la patologia allergica, che sarebbe semmai sostenuta da IgE.

In definitiva i doloretti, se persistono, allo stato sono generici "reumi" che uno a volte si porta dietro senza poterli spiegare e che di solito beneficiano di terapia fisica (tipo le famose sabbiature al mare).

Vale pero' la pena di ricontrollare fra sei mesi gli ANA e gli anti DNA, anche se i dolori dovessero scomparire, perche' un pattern omogeneo a quel titolo e a quell'eta' non e' particolarmente comune.

P. Bianchi


[#2] dopo  
Utente 353XXX

Iscritto dal 2007
GRAZIE MILLE PER LA SUA DISPONIBILITA' DOTTOR BIANCHI.
UN'ALTRA CORTESIA,MI SCRIVE DI CONTROLLARE FRA SEI MESI CIRCA DI NUOVO GLI ANA E ANTI DNA PERCHE'? POTREBBERO CAMBIARE I LORO VALORI? E IN QUESTO CASO IN POSITIVO O IN NEGATIVO SECONDO LEI?
PER I MIEI DOLORI QUINDI NON CI SONO MEDICINALI EFFICACI, DEVO ASPETTARE CHE SE NE VADANO DA SOLI?
GRAZIE
[#3] dopo  
20563

Cancellato nel 2010
I dolori, se sono continui e intensi, si possono trattare con ibuprofene a dosi piene. Un farmaco magari non fa niente a dosi basse e blande, ma basta aumentare la dose e poi il suo effetto previsto lo fa.

Gli ANA e anti DNA vanno ricontrollati perche' un pattern omogeneo e un titolo 1:320 sono anomali, non si puo' far finta che non siano nulla.

Se il valore si riconferma , o si abbassa, e nel frattempo i dolori magari se ne vanno, allora si potra' dire che si tratta di un reperto innocente, ma non prima.

Certo fra un esame di laboratorio e la clinica, pesa di piu' la clinica ("come si sente il paziente"), ma gli esami non vanno nemmeno banalizzati, altrimenti tanto vale risparmiare ed evitare di farli.

P. Bianchi
[#4] dopo  
Utente 353XXX

Iscritto dal 2007
GRAZIE PER IL CONSULTO DOTTOR BIANCHI E BUONA GIORNATA.