Login | Registrati | Recupera password
0/0

Fastidio addominale e toracico

(archivio consulti: per vedere la pagina aggiornata clicca QUI)
  1. #1
    Utente uomo
    Iscritto dal
    2010

    Fastidio addominale e toracico

    Salve, sono un ragazzo di 23 anni e vorrei esporvi il mio problema. L'altro ieri ho avuto febbre a 39, diarrea liquida e vomito frequente. Oggi la febbre è svanita ma ho ancora dolore addominale soprattutto un senso di oppressione alla zona addominale superiore e al centro del torace e non riesco a mangiare vista la nausea, anche se molto diminuita rispetto a ieri e l'altro ieri. Ho anche bruciore alla gola e leggere difficoltà respiratorie con un lieve senso di soffocamento ma credo sia legato al vomito frequente che avrà irritato le mucose o qualcosa del genere. Premetto che soffro d'ansia, depressione e attacchi di panico. Ho fatto esami del sangue generali ed esami delle urine circa una settimana fa con risultati molto positivi. Premetto anche che da ottobre mi sveglio tutte le mattine con bruciore alla gola, senso di oppressione alla zona addominale superiore centro-sinistra, sonnolenza e disturbi visivi (soffro anche di cervicale confermata da una radiografia che feci tempo fa), ultimamente le feci si presentano arancioni molto chiare e, già in passato, andavo di corpo a volte regolarmente a volte con difficoltà defecando minuscole palline e nonostante vada in bagno sento sempre lo stimolo. Il mio medico ha detto che ho il reflusso e mi ha prescritto lucen 40mg una sola compressa la mattina per 14 giorni e lucen 20mg una compressa al mattino per altri 14 giorni. La mia domanda è, devo preoccuparmi? questa terapia va bene? che esami dovrei fare? dicono tutti che i miei disturbi sono legati all'ansia ma io vivo sempre col dubbio e la paura temendo che questi disturbi, ora lievi, possano peggiorare col tempo provocandomi qualcosa di serio. Grazie per la vostra attenzione e vi auguro una buona giornata.



  2. #2
    Indice di partecipazione al sito: 1835 Medico specialista in: Gastroenterologia e endoscopia digestiva

    Perfezionato in:
    Medicine non convenzionali
    Scienza dell'alimentazione

    Risponde dal
    2007
    Gentile signore,
    la diagnosi clinica posta dal medico curante si accorda con gran parte della sintomatologia; la terapia conseguente è sostanzialmente corretta.

    Se la sintomatologia persiste è opportuna una visita specialistica gastroenterologica prima di proporre indagini strumentali e/o di laboratorio.

    La condizione ansiosa può influenzare la sintomatologia, è utile a questo proposito una consulenza psicologica.

    Cordiali saluti.



  3. #3
    Utente uomo
    Iscritto dal
    2010
    La ringrazio per la risposta Dr. Scuotto. Il problema è che leggendo il foglietto illustrativo del lucen ho visto, fra gli effetti indesiderati, sintomi che stò gia provando da qualche giorno (tipo senso di svenimento, diarrea, fastidio allo stomaco ecc. premetto che non ho ancora iniziato a prendere lucen perchè sono un pò spaventato) e quindi non sarei capace di capire se il Lucen mi possa arrecare danno o meno. Stamattina mi sono svegliato con senso di muco bloccato in gola e all'interno del naso con conseguente difficoltà a respirare, flatulenza, mal di pancia, eruttazioni frequenti come se ci fosse una sorta di nube di gas bloccata nello stomaco (a volte per eruttare devo piegarmi in avanti per rimuovere quel fastidio di blocco di gas, questo accade soprattutto dopo pasti abbondanti)... e nausea come se questo muco in gola mi desse un senso di disgusto continuo. Sono andato di corpo regolarmente stamattina ma il dolore al fianco destro che si estende alla gamba e il dolore addominale si ripresentano a intermittenza molto spesso nell'arco della giornata. La febbre è sparita e mia madre mi dice continuamente di prendere una compressa masticabile di malox per il fastidio allo stomaco, faccio bene ad assumerlo? Volevo aggiungere che sulla lingua ho sempre una patina bianco-giallastra che sembra si possa rimuovere leggermente strofinandoci sopra, è legata a una patologia gastrica, intestinale o a entrambe? Non so proprio cosa fare, non so se dover curare il mio problema fisico o quello psicologico, non so se il mio problema fisico sia effettivamente legato al mio forte problema psichico o se si ci sia una reale patologia nascosta fra il malessere generale che provo. Il medico e la mia famiglia continua a dirmi che se ci fosse stato qualcosa di grave le analisi del sangue sarebbero uscite sballate ma io vivo sempre con questo forte dubbio.

    Un'ultima cosa. Questo disturbo gastrico si è intensificato 4-5 mesi fa a causa di un abuso di medicinali quali Velamox, Cefixoral, Aulin, Tachipirina specialmente una sera dopo aver preso l'aulin è cominciato un forte bruciore allo stomaco e un senso di svenimento che mi han costretto a chiamare il 118.

    Vi ringrazio anticipatamente per qualsiasi intervento futuro gentili Dottori e vi auguro tanta salute eheh.



Discussioni Simili

  1. Il corpo è intollerante cosa succedede
    in Gastroenterologia e endoscopia digestiva
    Risposte: 1
    Ultimo Messaggio: 14/06/2010, 19:27
  2. Sensazione corpo estraneo parte destra gola
    in Gastroenterologia e endoscopia digestiva
    Risposte: 1
    Ultimo Messaggio: 27/07/2010, 15:48
  3. Disturbi intestinali, che esami fare?
    in Gastroenterologia e endoscopia digestiva
    Risposte: 4
    Ultimo Messaggio: 04/08/2010, 11:05
  4. Ingestione corpo estraneo
    in Gastroenterologia e endoscopia digestiva
    Risposte: 1
    Ultimo Messaggio: 06/09/2010, 16:32
  5. Il dolore non è costante nè come intensità nè come posizione
    in Gastroenterologia e endoscopia digestiva
    Risposte: 3
    Ultimo Messaggio: 02/11/2009, 10:10
ultima modifica:  03/09/2014 - 0,08        © 2000-2011 medicitalia.it è un marchio registrato di MEDICITALIA s.r.l. - P.I. 01582700090 - staff@medicitalia.it - Fax: 02 89950896