Utente 154XXX
salve,
ho un problema alle labbra.
sul labbro superiore ho dei granuli di fordyce, che quando il labbro è spellato (o meglio quando la pelle ricresce male e poi casca) sono dei micropunti bianchini (che più o meno coprono tutto il labbro).
inoltre ho questo problema di cheilite alle labbra e volevo sapere se c'era una correlazione tra le due cose.
mi sono accorto di tutta questa situazione solo da qualche mese, in quanto prima ero solito spellarmi le labbra, ma in ogni caso non mi sembra che ci fosse il problema di malricostruzione dei cheratidi che si presenta oggi, ma solo un problema di secchezza delle labbra che tendevano a screpolarsi.
la situazione è questa: sono andato da una dermatologa e ho fatto i vari esami del sangue del caso, il patch test e un tampone labiale; tutti i test hanno dato esito negativo, tranne il tampone che ha riscontrato uno stafiloccocco, ma una volta debellato la situzione non è cambiato (al massimo è leggermente migliorata, in quanto le pellicine delle labbra adesso si sollevano meno).
poi sono andato da un altro dermatologo che ha detto che ho le mucose secche (anche il glande, dove mi ha riscontrato una produzione di smegma, problema risolto con p.o.l. emulsione) e che lo stafiloccocco aveva distrutto le labbra e che, anche per tutti medicinali provati (che mi sono stati prescritti dall'altra dermatologa), le labbra non risucivano a riformarsi bene.
mi ha così prescritto p.o.l. labbra dicendo che in qualche settimana, le labbra avrebbero smesso di riformarsi male e la sitauzione si sarebbe risolta, ma così non è stato.
inoltre ha anche detto che la secchezza delle labbra dipende da una malocclusione e dal fatto che, per questo motivo, non riesco a stare con le labbra perfettamente chiuse.

così sono tornato dalla mia dermatologa per rifarmi il patch test (che ho in questo momento) e lei mi ha detto che nel caso non risulti niente dovrò farmi una biopsia, nonostante c'è la possibilità che questa riveli soltanto che c'è una desquamazione e che quindi non aiuti a molto.

praticamente alle mie labbra succede questo con tutti i vari medicinali provati, si riformano una specie di quadrati principali (di pelle) più vari pezzetini, che alla fine si staccano da soli, diventando bianchi-giallini, secchi e quasi una pappetta.

volevo sapere:
1) che relazione ci può essere tra granuli, cheilite e secchezza mucose?
2) questa situazione è curabile o non avrò mai più delle labbra normali?
3) tutto questo può essere il sintomo di qualche altra patologia? ci sono degli esami che potrei fare?
4) ho letto che in questi casi, tutto ciò potrebbe essere solo una forma iniziale di problemi maggiori che possono essere scambiati con patologie meno serie, di conseguenza non si potrebbero fare adesso esami per questi problemi, così da prenderli in tempo?
per favore rispondete, parlando anche per ipotesi (in generale), evitando retorica.
ho seriamente bisogno di aiuto, sono disperato.
grazie
saluti
p.s. vi prego!!!!!

Valuta ospedale

[#1] dopo  
Dr. Vito Abrusci
24% attività
0% attualità
12% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 36
Iscritto dal 2009
1) che relazione ci può essere tra granuli, cheilite e secchezza mucose?
Fra granuli di Fordyce e cheilite non esiste alcuna relazione.
La cheilite può essere dovuta a diverse cause: da secchezza per mancata idratazione o lubrificazione, danno solare o altro.
I granuli di Fordyce possono essere trattati ed eliminati in modo minimamente invasivo. Anche se non è necessario se non per motivi estetici. Non predispongono a nulla di preoccupante.

2) questa situazione è curabile o non avrò mai più delle labbra normali?
Considero che la situazione può essere trattata e risolta.

3) tutto questo può essere il sintomo di qualche altra patologia? ci sono degli esami che potrei fare?
Potrebbe esserlo e lo specialista potrebbe aiutare a chiarire la situazione. Non necessariamente dev'esserlo.
Se cisono esami da fare sarebbbero quelli suggeriti dall'esperto dopo un'attenta valutazione.

4) ho letto che in questi casi, tutto ciò potrebbe essere solo una forma iniziale di problemi maggiori che possono essere scambiati con patologie meno serie, di conseguenza non si potrebbero fare adesso esami per questi problemi, così da prenderli in tempo?
L'ha letto ma gli è stato riferito da un esperto?
Cordialmente,
Vito Abrusci
[#2] dopo  
154848

dal 2010
grazie per le risposte.

per quanto riguarda gli esami da fare le dico solo che il tampone l'ho dovuto richiedere io e lei ha anche detto che secondo lei non era necessario, quindi se ci sono altri esami da fare, cosa che già le ho chiesto, gradirei che me li indicasse.

cmq prima di fare la biopsia, abbiamo optato per un'ultimo tentativo: siccome oltre ad una malocclusione (come ho già scritto), è molto probabile che abbia anche il setto nasale deviato (preciso che volevo curare tutti e due i problemi, ma poi è accorso questo problema alle labbra e ormai sono sei mesi che non penso ad altro) e così si è pensato che la situazione potrebbe essere stata questa: la secchezza delle labbra potrebbe essere dovuta, oltre che dal fatto che ho una pella atopica, dal fatto che almeno quando dormo respito con la bocca. poi lo stafiloccocco ha distrutto le labbra e vista questa situazione fanno fatica a riformarsi.
così ora sto facendo una cura per "stappare" il naso per vedere se così facendo il problema si risolve, per poi agire di conseguenza
ma ho dei dubbi:
un problema del genere, può essere risolto migliorando solo la situazione del naso (e quindi fare una visita da un otorino e operarmi) o non si dovrebbero vedere risultati a causa della malocclusione e quindi bisognerebbe risolvere sia il problema del naso sia della bocca, per risolvere questo problema delle labbra.

ovviamente tutto questo serve per capire da cosa deriva questo problema delle labbra, perchè è ovvio che se aggiustando il naso e se questo dovesse bastare,ma non si risolvesse la situazione delle labbra a quel punto mi dovrei fare una biopsia del labbro.

le prego di spiegarmi la connessione tra problemi respiratori e labbra in maniera dettagliata, la prego.
saluti
di nuovo grazie.
[#3] dopo  
154848

dal 2010
che poi il mio problema è esattamente questo: perdita d'acqua transepidemica, dovuta ad una diminuzione dei ceramidi o di un'alterata composizione di essi nel contesto dei lipidi interlamellari. Ogni volta che vi è il contatto con l'acqua , lo strato corneo poco impermeabilizzato dai lipidi interlamellari, si gonfia d'acqua con alterazione delle cheratine. All'evaporazione dell'acqua la cute diviene ancora più secca e tende a fissurarsi.

la prego mi dia un aiuto.
poi è ovvio che qualsiasi parere o consiglio mi dia, ne vado immediatamente a parlare con la mia dermatologa (che a mio parere ha bisogno di consigli).

per favore.

p.s. lei non ha una email?
[#4] dopo  
154848

dal 2010
ma non mi risponde nessuno
ripeto:
1) quando dipende da problemi respiratori, bisogna risolvere la deviazione del setto nasale, la malocclusione o tutte e due? potreste spiegare.

2) come si fa a risolvere questo: perdita d'acqua transepidemica, dovuta ad una diminuzione dei ceramidi o di un'alterata composizione di essi nel contesto dei lipidi interlamellari. Ogni volta che vi è il contatto con l'acqua , lo strato corneo poco impermeabilizzato dai lipidi interlamellari, si gonfia d'acqua con alterazione delle cheratine. All'evaporazione dell'acqua la cute diviene ancora più secca e tende a fissurarsi.

vi prego
grazie

RIPETO NON CERCO UNA DIAGNOSI ONLINE.
SONO DOMANDE TEORICHE E POTRESTE DARE UNA SPIEGAZIONE TEORICA