Utente 460XXX
Ho effettuato un intervento al polmone sx il 27-07-2006- (Segmentectomia apicale del lobo inferriore sinistro. Svuotamento linfonodale loco-regionale)
e tutti i vari controlli successivi non hanno evidenziato differenze.
L'ultina TAC (03/05/2010) invece referta così:
A1 confronto con il precedente esame del 10-09-2009 si
rileva conparsa, al campo polmonare medio dx, di
addensamento parenchimale lievementè disomogeneo con
estenssione sub-segmentaria e caratteri flogistici. Invariato
il notevole enfisema ai campi medio-superiori. Non evidenti
segni di adenopatia mediastinica ed ascellare, Non segni di
versamento pleurico.
La novità è quello relativo al polmone destro.
Che vuol dire?
Grazie
[#1] dopo  
Dr. Vito Barbieri
32% attività
16% attualità
16% socialità
CATANZARO (CZ)
Rank MI+ 64
Iscritto dal 2007
Gentile utente,
per esprimersi appropriatamente ognuno di noi avrebbe bisogno almeno di vedere le immagini radiografiche (cosa non possibile con questo mezzo).
Inoltre lei non ha indicato il motivo dell'intervento ed il risultato istologico conseguente.
Cordiali Saluti
[#2] dopo  
Utente 460XXX

Iscritto dal 2007
Grazie per la tempestiva risposta e completo la domanda inserendo il primo referto:
Diddusa riduzione della densità polmonare da enfisema panlobulare e parasettale a grosse bolle più evidente in campo medio ed apicale bilateralmente.
A livello del segmento apicale del lobo inferiore sinistro si apprezza formazione irregolarmente rotondeggiante, del diametro di circa 32mm, a margini finemente spiculati, con area di escavazione centrale e disomogeneo C.E. dopo MDC.
Tale formazione prende contatto con lapala superiore della grande scissura con presenza di fini spicule che la connettono con la pleura parietale.
Linfonodo di 13 mm a livello della finestra aorto-polmonare.
Questo era la diagnosi del 22-06-2006 e operato un mese dopo a Milano Centro tumori via Venezian.
grazie ancora per la fattiva collaborazione.
Premetto che fumato 30 sigarette al giorno fino all'intervento.

[#3] dopo  
Dr. Vito Barbieri
32% attività
16% attualità
16% socialità
CATANZARO (CZ)
Rank MI+ 64
Iscritto dal 2007
Le confermo che per esprimersi bisognerebbe vedere le immagini (oltre a conoscere l'esame istologico che non ha inserito). Comunque, stando al referto, il radiologo ha interpretato questa immagine come di possibile origine infiammatoria (caratteri flogistici) e quindi da seguire a breve termine.
Faccia vedere tutto all'oncologo che la segue e/o ad uno pneumologo.
Cordiali Saluti
[#4] dopo  
Utente 460XXX

Iscritto dal 2007
Ringraziandola per le gentili e velocissime risposte, La informo che ho preso appuntamento con l'istituto che mi ha operato per il 19-05-2010 e qualora lo volesse, posso inviare il referto di quella visita.
Cordialmente
[#5] dopo  
Dr. Vito Barbieri
32% attività
16% attualità
16% socialità
CATANZARO (CZ)
Rank MI+ 64
Iscritto dal 2007
Certo. Io ed i miei colleghi rimaniamo a disposizione.
[#6] dopo  
Utente 460XXX

Iscritto dal 2007
Bene, ho effettuato la visita a Milano e la relazione dei medici è questa: E.O. normale. Non si apprezzano linfoadenopatie in sede sovraclaveare bilateralmente.
TC torace-addome: immagine sospetta in senso flogistico in sede para-ilare destra.
Attualmentein terapia antibiotica: Levoxacin 500m g 1 cp/dje
CEA: nella norma (0,8 ng/ml)
Conclusioni: controllo TAC torace tra circa un mese( nei l0 giorni precedenti Klacid 500 mg I
cpx2)e successivvaa valutazionea ambulatoriale.

Purtroppo non ho ben capito se la situazione è seria.
Ho trovato un medico che non mi ha saputo dare semplici spiegazioni.
Un mio timore: ma la tac così ravvicinata quanto può essere dannosa? Con una radiografia da preferire alla tac è meno dannosa?
Grazie a tutto lo staff
[#7] dopo  
Dr. Vito Barbieri
32% attività
16% attualità
16% socialità
CATANZARO (CZ)
Rank MI+ 64
Iscritto dal 2007
La conclusione della visita è abbastanza semplice: il quadro apparirebbe essenzialmente di tipo infiammatorio ma per non conservare scrupoli è stata consigliata un'altra TAC tra un mese,come si fa quando si vuole verificare la risoluzione di un quadro (appunto) infiammatorio.
La TAC non espone a rischi signifiativi per una semplice ripetizione dopo un mese. Non può essere sostituita utilmente da una semplice radiografia.
Cordiali Saluti