Utente 543XXX
Egregio Dottore,
la presente per ricevere un'informazione di tipo generale.
Quando si praticano le flebo allo scopo di abbassare i valori della creatinina e dell'azotemia nell'Irc ( per es: creatinina 5, azotemia 190) quale è la posologia? Sapevo ( sempre per rimanere nel generale) che si somministra fisiologica a 100ml/ora e per ogni flebo da 500ml si dava un lasix 25 ma per ottenere un calo significativo quante felbo da 500 al dì andrebbero praticate e per quanti giorni?
Scusi la domanda ma su internet a questa domanda ho trovato solo risposte per cani e gatti e non per umani!!
Ringrazio preventivamente.

Valuta ospedale

[#1] dopo  
Dr. Filippo Mangione
28% attività
0% attualità
16% socialità
PAVIA (PV)
Rank MI+ 44
Iscritto dal 2009
Gentile Signore,

di norma, non si praticano flebo nei pazienti con insufficienza renale cronica per far scendere creatinina e azotemia, a meno che non vi sia stata una perdita di volumi liquidi (vomito, diarrea, impossibilità ad alimentarsi, febbre etc) che hanno determinato un peggioramento acuto della funzione renale (cioè un ulteriore incremento di valori di creatinina già precedentemente anormali).

Ciò premesso, non esiste una formula generale che indichi la quantità di liquidi necessari. Un metodo spannometrico consiste nel quantificare il peso perso negli ultimi giorni in un paziente che ha avuto, appunto, vomito o diarrea o qualche altra causa di perdita di liquidi. Nei pazienti più critici, si può misurare la pressione venosa centrale mediante un catetere venoso centrale. In ogni caso la reintegrazione va fatta molto cautamente, visto che i reni con IRC non sono in grado di eliminare rapidamente un carico eccessivo di sale e acqua; una correzione troppo rapida potrebbe quindi determinare un sovraccarico di volume molto pericoloso (edema polmonare).

Somministrare diuretici assieme a fisiologica è una pratica che qualsiasi nefrologo guarda con ribrezzo, poichè sono due pratiche che ottengono un effetto diametralmente opposto sullo stesso parametro (il volume extracellulare). Si utilizza solo in rari e ben selezionati casi (intossicazioni, ipercalcemia severa).

La furosemide poi determina una riduzione dell'eliminazione renale dell'urea, quindi usandola di solito l'azotemia sale, anzichè scendere.

Cordialità
[#2] dopo  
Utente 543XXX

Iscritto dal 2008
carissimo dottore, La ringrazio per la lunga e circostanziata risposta.
Voglia gradire distinti saluti.
[#3] dopo  
Dr. Filippo Mangione
28% attività
0% attualità
16% socialità
PAVIA (PV)
Rank MI+ 44
Iscritto dal 2009
Prego; se non sono stato chiaro su qualche aspetto mi faccia sapere.