Utente 140XXX
salve,
ho 35 anni e da aprile di questo anno vivo con un rene solo, gia dalle prime analisi ho sempre avuto la creatinina ad 1,48 (maggio) 1,53(ottobre),il medico di famiglia preoccumpandosi mi ha fatto fare degli esami approfonditi mentre il primario che mi ha opereto mi ha detto che non devo preoccuparmi ma di bere molto che il mio rene funziona bene, oggi ho ritirato le analisi con creatinina 1,52 clearance creatinina 131,4 e azotemia 61.
Ora volevo sapere se sono valori "normali" per chi ha un rene solo o devo preoccuparmi?

In attesa di una vostra risposta vi ringrazio anticipatamente e auguro buone feste.

[#1] dopo  
Dr. Daniele Masala

28% attività
0% attualità
12% socialità
POZZUOLI (NA)
NAPOLI (NA)

Rank MI+ 40
Iscritto dal 2006
Caro signore per i soggetti monorene la condizione di elevazione della creatinina oltre i livelli considerati normali è un fatto decisamente normale. Nel corso del tempo questi valori vanno ad assestarsi fino a stabilizzarsi al valore che poi accompagnerà (in buona salute) il paziente nel corso della vita.
Se ai valori più elevati della creatinina si aggiungono cospicue oscillazioni anche della azotemia, dei valori degli elettroliti e della clearance della creatinina, probabilmente è opportuno ricorrere allo specialista in nefrologia per avere una corretto bilancio dietetico o eventualmente una supplementazione terapeutica al fine di evitare un danno renale controlaterale precoce.
Cordiali saluti,
dott. Daniele Masala.
Dirigente Medico Urologo UOC Urologia Pozzuoli
Perfezionato in Andrologia

[#2] dopo  
Utente 140XXX

grazie mille
allora dovrei fare una visita dal nefrologo oppure si stabilizzerà?

[#3] dopo  
Dr. Daniele Masala

28% attività
0% attualità
12% socialità
POZZUOLI (NA)
NAPOLI (NA)

Rank MI+ 40
Iscritto dal 2006
Personalmente ritengo che se i valori non si assestano entro i 6 mesi dall'intervento bisogna rivolgersi al nefrologo. Siccome la sua creatinina pare essersi assestata su 1,5 farei un ulteriore controllo a fine gennaio e se risulterà uguale significherà che avrà trovato l'assetto giusto e che quel valore sarà il suo valore di riferimento, che tenuto conto del monorene, non costituirà un indice di insufficienza renale.
Cordiali saluti,
dott. Daniele Masala.
Dirigente Medico Urologo UOC Urologia Pozzuoli
Perfezionato in Andrologia

[#4] dopo  
Utente 140XXX

grazie mille per avermi risposto dinuovo.