Utente 158XXX
Buongiorno,
sul referto dell'agobiopsia che mi è stata eseguita al seno dx,la diagnosi riporta la seguente dicitura:
LINFOMA A GRANDI CELLULE B(CD20+,MUM1+,BCL2+/-,BCL6+,CD3-,CD5-,CICLINA D1-,CD10-,CD23-,AE1/AE3-,MIB1+ 90% CIRCA).
Vorrei sapere a cosa si riferisce il valore (MIB1+ 90% CIRCA,NELLO SPECIFICO,SE E' INDICE DI AGGRESSIVITA' MAGGIORE) e se con questi dati è già possibile capire se si tratti di un linfoma già diffuso ad altri organi o no.
Sono in attesa di consulenza oncologica,ma vorrei un pò di chiarezza in più,non sono ancora riuscita a capire se il linfoma diffuso a grandi cellule B sia la stessa cosa del linfoma a grandi cellule B.
Ringrazio infinitamente per l'attenzione,
cordialmente saluto.
[#1] dopo  
Dr. Salvo Catania
60% attività
20% attualità
20% socialità
LECCO (LC)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2005
Le è stata data la risposta (anche sul Mib ) nel post precedente che occorre una stadiazione della malattia per un inquadranto corretto.

Il linfoma della mammella è una malattia MOLTO (0,15%)
rara tra tutte le neoplasie della mammella e si parla di linfoma primitivo mammario solo quando non c'è evidenza di malattia linfomatosa o leucemica sistemica al momento della comparsa della lesione in ambito mammario.

Quindi una corretta valutazione è possibile farla con tutti gli esami della stadiazione in occasione dell'incontro con l'oncologo.

Il sintomo è un nodo che appare frequentemente nel quadrante supero-esterno e più frequentemente a destra (come nel suo caso) ed a rapida crescita.

Il nodo non è spesso differenziabile clinicamente e strumentalmente da un nodo benigno come il fibroadenoma
e quindi sarei contento che nel suo caso la diagnosi sia stata fatta sollecitamente.