Utente 157XXX
Salve gentili dottori,
vorrei un Vostro parere su questa risposta che ho ricevuto in un altro sito riguardante il rischio per HIV dopo una fellatio ricevuta:
"Allora senti, ricevere una fellatio è una delle pratiche sulle quali NON C'E' discrepanza di opinioni tra le associazioni esperte in materia: tutte affermano che non è una pratica a rischio reale, è una pratica a bassissimo rischio teorico nel caso in cui ci sia una perdita di sangue (si parla di emorragia come quella che si ha quando ti levano un dente e non di piccole afte o lieve sanguinamento di gengive) nella bocca di chi lo pratica sia esso uomo o donna. Non esistono casi documentati di contagi avvenuti in questa maniera. L'unico ente ad uscire dal coro "leggermente" è il CDC di Atlanta che inserisce la fellatio ricevuta tra le pratiche a basso rischio pur specificando l'assenza di casi documentati. La realtà dei fatti è che non ci si contagia in questa maniera e che il rischio della fellatio ricevuta è pari a quello del bacio...entrambe sono a rischio 0: questo rischio aumenta sensibilmente in caso di perdite EVIDENTI di sangue dalla bocca di chi lo pratica. Detto ciò esistono test validi in oltre il 99% dei casi dopo 4 settimane e sono i test di 4 generazione combinati, ma tu non devi farlo perchè non hai corso rischio alcuno"-

Che ne pensate? Mi piacerebbe avere più pareri medici al riguardo ...Vi ringrazio
[#1] dopo  
Dr. Luigi Mocci
40% attività
8% attualità
20% socialità
ALESSANDRIA (AL)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2005
Allora,
non siamo qui per avvalorare o confutare ciò che si scrive o dice in altri siti, la cui serietà professionale non sappiamo. DFi certo possiamo dire che il sito da cui scriviamo è molto serio anche per un costante controllo inetrno sulla qualità dell'informazione data.
I test di IV generazione saranno molto più rapidi, ma non è il caso di stare a vedere se e come e con auanti cm di cute sono a rischio o no. E' una sciocchezza ed un gioco al massacro.
Rapporti a rischio protetti, punto e basta, seza caccaire fuori delle storie.
Il test "classico" per HIV è da valutare dopo il periodo finestra di tre mesi. Ma non capoisco perchè nessuno si preoccupi mai di HBV,HCV, sifilide, che si becano nello stesso modo e che, ora come ora, sono per quanto riguarda le epatiti, più pericolosi dell'HIV!

Saluti

Mocci
[#2] dopo  
Utente 157XXX

Iscritto dal 2010
"I test di IV generazione saranno molto più rapidi, ma non è il caso di stare a vedere se e come e con auanti cm di cute sono a rischio o no. E' una sciocchezza ed un gioco al massacro." Non ho proprio capito questa frase...Un test o è affidabile o non lo è. Il centro CAVE di Milano, così tutti i centri esteri e altri centri specializzati italiani, danno il test combo di 4 gen come definitivo ad 1 mese. Si consiglia di ripeterlo per zelo dopo 3 mesi ma non per necessità.
Quindi cosa ne pensate voi di questi test?
Il rapporto orale ricevuto è dato come non a rischio dall'ISS a meno di emorragie nella bocca di chi lo pratica, come quelle che si hanno quando ci si toglie un dente(è l'esempio che mi ha fatto il consulente dell'ISS), voi non siete daccordo?
[#3] dopo  
Utente 157XXX

Iscritto dal 2010
In ogni caso per l'epatite B sono vaccinato e i test per HepC e Sifilide li ho fatti e sono negativi
[#4] dopo  
Dr. Luigi Mocci
40% attività
8% attualità
20% socialità
ALESSANDRIA (AL)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2005
Scusi,
se è sicuro di tutto ed il CAVE di Milano le ha detto tutto quanto necessario sui test di IV generazione, perchè fare le domande che ha fatto su questo sito? Se vuole avere dei rapporti orali non protetti li abbia, ma se devo dare il mio personale pare, mi sembra un comportamento a rischio, tutto qui, poi ognuno è libero di fare ciò che vuole, ci manca altro!
Il concetto che ho cercato, con un giro di parole, di farle capire è che non bisogna stare lì col metro in mano per vedere fino a quanti cm si può e fino a quanti no, perchè è assurdo, come è assurdo raccontare del liquido pre eiaculatorio o di tutte queste cose. Si parla di secrezioni e basta. Poi le lesioni o le micro lesioni, per esser precisi, al cavo orale, sono molto frequenti, molto più di quanto non immagini. E i test per l'epatite vanno, è ovvio ripetuti regolarmente, soprattutto in caso di rapporti a rischio.
Questo è quanto.

Buona giornata

Mocci
[#5] dopo  
Utente 157XXX

Iscritto dal 2010
siamo daccordo su tutto, infatti anche io penso che PRATICARE un rapporto orale (ossia metterci la bocca per usare un espressione non proprio elegante) sia a rischio, ma RICEVERLO anche lo è?
[#6] dopo  
Dr. Luigi Mocci
40% attività
8% attualità
20% socialità
ALESSANDRIA (AL)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2005
Le dico,
forse le statistiche non sono d'accordo, e sicuramente lo è molto meno che farlo, ma ai miei pazienti nelle sue condizioni consiglio sempre e comunque rapporti protetti, finchè avranno un' attività sessuale con un alto grado di promiscuità. Quando e se poi ci sarà una stabilità di partner, una volta sicuri della non positività alle malattie virali, si potrà pensare di avere rapporti liberi, anche se i rapporti anali, per la natura anatomica e fisiologica stessa del luogo, sono a rischio infezione uretrale, essendo zone ricche di flora batterica.
Sperando di essere stato sufficientemente esaustivo, le auguro ancora una buona giornata

Mocci
[#7] dopo  
Utente 157XXX

Iscritto dal 2010
ok, però chiaramente un rapporto orale ricevuto CON il profilattico è esente da rischi HIV giusto?