Utente 109XXX
Egr.dottore,
ho 35 anni e le descrivo la mia situazione:
All'età di 17 anni mi hanno asportato un testicolo ritenuto artrofico,sin da allora ho avuto problemi di motilità e nr. di spermatozoi, situazione ad oggi un po migliorata e per questo motivo mi hanno consigliato ed ho provveduto al congelamento del seme.
Il problema è che da circa 1 anno e mezzo, ho saltuari e fastidiosi dolori al testicolo, seguo una terapia di 4/5gg.di Nimedx come prescritto dal mio primo andrologo e il dolore scompare, ma purtroppo periodicamente ricompare e ciò non mi rende tranquillo. Mi sono recato da un altro specialista che mi ha prescritto analisi più accurate, che ho appena fatto, e volevo una suo consulto in merito.

Di seguito trova i risultati dell'esame del sangue appena fatti, mentre per quanto riguarda lo spermiogramma, visto che sono ancora in attesa dei risultati, Le invio quelli fatti circa 3 mesi fa, utilizzato per il congelamento del seme.

Analisi del sangue del 24/07/2010:
Glicemia: 83mg/100ml
Colesterolemia: 208mg/100ml
Colesterolo LDL:143mg/100ml
Colesterolo HDL: 59mg/100ml
Trigliceridi:104mg/100ml
Lattato Deidrogenasi: 159 U/I
TSH: 2,100 ulU/ml
FSH 6,24 ulU/ml
LH 5,32 ulU/ml
Prolattina 11,12 ng/ml
Estradiolo(17-beta estradiolo: 32pg/ml
Testosterone (LIA) 5,44ng/ml
Testosterone libero: 4,10pg/ml (valore basso)
Alfa 1 Fetoproteina (marker): 2,58ng/ml
HCG Serico (marker) ELFA: <2,0 mlU/ml

Esame Colturale Tamp.Uretrale del 24/07/2010:
Ricerca compl.germi e lieviti-presenza di: Batteriacae gram Neg-Pos.

Spermiogramma Dati al 25/04/2010:
Nr.spermatozoi/ml: 26.500.000
Nr.spermatozoi totali: 79.000.000
Nr.spermatozoi mobili: 39.700.000
Motilità totale: 50%
Motilita rapidamente prograssiva: 10%
Motilità debolmente progressiva: 30%
Motilità in situ: 10%

Chiedo se il dolore al testicolo possa dipendere da qualche altro problema e se possa compromettere la mia già non bella situazione.

Inoltre, dopo aver visto il mio spermiogramma, sia io che la mia partener Le chiedevamo se possibile concepire naturalmente, se io devo ricorrere a determinate cure o se pensare ad altri metodi particolaridi di concepimento come la fecondazione assistita. Tenga presente, che ancora non stiamo provando ad avere figli.

Nell’attesa di una Sua risposta porgo cordiali saluti.

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Pierluigi Izzo
36% attività
20% attualità
16% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2006
Prenota una visita specialistica
Caro Utente,la fertilita' spontanea e' possibile ma nessuno la puo' garantire.
Non resta,quindi,che sottoporsi a periodici controlli seminali,con e senza terapia di stimolazione farmacologica.Il ricorso alla fecondazione assistita e' una opzione che non va mai sfruttata in prima istanza e che,comunque,va
prospettata ,contestualmente, dal gineclogo e dall'andrologo.Quanto alla dolenzia testicolare,esegua un'ecografia e,se ritiene,ci aggiorni.Cordialita'.
[#2] dopo  
Utente 109XXX

Iscritto dal 2009
Egr.dottore,
mi scuso, ma nella precedente richiesta di consulto, ho omesso di aver fatto anche l'ecografia. Le riporto ciò che è indicato nel referto dell'esame ecodoppler:

Testicolo sn normoconformato e normodimensionato; la ghiandola presenta alcuni microinclusi calcifici, non presenti alterazioni ecofocali patologiche; normale il segnale vascolare parechimale; normale l'epididimo; isolate fleboectasie infero testicolari che alla prova di valsava non presentano accentuazione o inversione di flusso ematico al color doppler; reperto riferibile a varicocele di 1°/2°grado; esiti di orchitemia dx con sacca fluida protesica nell'iscroto relativo.

Nel ringraziarla anticipatamente della sua cortese disponibilità, chiedo maggiori informazioni valutando anche i risultati di questo esame.

Cordiali saluti.
[#3] dopo  
Dr. Pierluigi Izzo
36% attività
20% attualità
16% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2006
...mi sembra tutto sotto controllo.Si limiti ad ascoltare i consigli dello specialista di riferimento,eseguendo periodici controlli.Cordialita'.
[#4] dopo  
Utente 109XXX

Iscritto dal 2009
Gentili dottori,
vi scrivo per avere un Vs. ulteriore parere sulla mia situazione sopra già descritta, perchè continuo ad avvertire il solito fastidio al testicolo, anzi ultimamente è più frequente e forte.
Ho fatto ulteriori esami e controlli, che di seguito vi elenco:
1) Spermiogramma al 15/10/10,i valori sono così variati:
Nr.nemaspermi: 18.000.000/ml
Nr.tot.nemasperma eiaculato: 27.000.000/ml
Motilità totale: 48%
Motilita prograssiva: 32%
Motilità lenta: 10%
Motilità non progressiva:6%
Forme normali 66%
Forme anomale alla testa 18%
Forme anomale al collo 10%
Forme anomale al collo 6%

2) Spermiocoltura e tampone uretrale: infezione da Streptococco Agalactiae, che è passata dopo una terapia di circa 2 mesi con Keraflox 600, Tavanic 500, Aulin supposte e Oximev.
3) PSA libero e totale: rapporto al 30%, negativo.

Dopo aver controllato anche la prostata, il mio andrologo ha riscontrato una "bella" infiammazione, probabile causa dei miei fastidi, prescrivendomi una seconda terapia a base di Keraflox 600, Tauxib 90, Fortilase e Oximev per quattro mesi.
Dopo un mese da questa ultima terapia, il dolore continua a persistere.
Ma è possibile che i farmaci non riescono ad alleviare il fastidio? Leggendo tra le indicazioni dei farmaci stessi, non vedo riportato nessun riferimento a dolori testicolari o alla prostata, la cura è quella giusta?
Non voglio discutere i metodi del medico, ma non vededo risultati, dubbitare è lecito.
Come dovrei comportarmi?
I valori alterati dello spermiogramma sono dovuti a questa infiammazione? Qual'è l'origine dell'infiammazione e come valutate quest'ultimo spermiogramma?
Mi scuso per le mie innumerevoli domande, ma la situazione diventa insopportabile.
Grazie per la Vs.disponibilità.
[#5] dopo  
Dr. Pierluigi Izzo
36% attività
20% attualità
16% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2006
...la prostata e' una ghiandola dell'apparato genitale preposta alla secrezione di circa il 50% del liquido seminale,lo spermiogramma e' deficitario,lo storico presenta anche un intervento di orchiectomia,il figlio non arriva,infine i dolori...siamo sicuri che lo specialista che La segue sia un andrololo dedicato?Cordialita'.
[#6] dopo  
Utente 109XXX

Iscritto dal 2009
Dalla precedente Sua risposta Le sembrava tutto sotto controllo e dovevo ascoltare i consigli dello mio attuale specialista di riferimento,eseguendo periodici controlli: Ma cos'è cambiato da allora?
Secondo Lei, quali altri opportunei controlli dovrei fare?
A parte lo spermiogramma, sui cui risultati ci sono pareri discordanti di diversi specialisti (esattamente quattro!!!!), con i valori che variano periodicamente, ma Lei cosa mi consiglia per risolvere i miei dolori al testicolo?
Spermiogramma deficitario, ma ci possono essere possibilita di concepire?
Le chiedo cortesemente risposte più chiare e soprattutto un consiglio su un altro specialista.
Cordilali saluti.
[#7] dopo  
Dr. Pierluigi Izzo
36% attività
20% attualità
16% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2006
...la mia risposta si riferiva al controllo di agosto...Non capisco una terapia antibiotico/antinfiammatoria cosi articolata e prolungata...Va da se che il consiglio e' di far riferimento ad un unico specialista reale diverso dall'ultimo.
Quanto alla possibilita' di fecondare,ricordo che lo spermiogramma offre unicamente una presunzione di fertilita' del maschio,che va inquadrata in una rigorosa diagnosi andrologica che va correlata con il tempo da cui si cerca un figlio,con l'eta' della partner,con la diagnosi ginecologica.Cordialita'.