Utente 161XXX
Salve,

A seguito di un rx alle arcate dentali per monitorare la posizione dei denti del giudizio superiori, nel referto da me ritirato viene riportato anche "presenza diffusa di parodontite".

Confesso di essermi allarmato, cosa che mai andrebbe comunque fatta. Non potrò andare dal mio dentista di fiducia fino a settembre, mentre la gravità della parodontite mi è nota. Non ho nessun sanguinamento, dolori o fastidi alle gengive, e mi lavo i denti quotidianamente dopo ogni pasto.

L'ultimo controllo da me effettuato (per una pulizia) risale a maggio.

A voi chiedo se dovrei agire subito rivolgendomi ad un altro dentista o se posso attendere un mese ancora. O se intanto c'è qualcosa che anche io possa fare in autonomia oltre alla consueta igiene orale quotidiana.

Valuta ospedale

[#1] dopo  
Dr. Giovanni Auletta
28% attività
8% attualità
16% socialità
GIUGLIANO IN CAMPANIA (NA)
Rank MI+ 52
Iscritto dal 2009
Gentile utente la diagnosi che ci riporta dal referto radiologico per Me non significa nulla, nella sua estrema genericità.
Stia comunque tranquillo che attendere qualche giorno per farsi visitare dal suo dentista non dovrebbe mutare lo stato delle cose.
[#2] dopo  
Dr. Orazio Ischia
32% attività
0% attualità
16% socialità
LIPARI (ME)
Rank MI+ 48
Iscritto dal 2009
La condizione clinica della malattia parodontale è variabile nel tempo,essa ha momenti di esacerbazione e momenti di quiescenza per definizione in quanto patologia cronica.C'è da dire però che spesso i radiologi usano il termine con imprecisione,visto che comunque essa non è semplicemente diagnosticabile da una rx,una generica carenza di livello osseo non è necessariamente correlata ad una malattia parodontale,in assenza di tasche non è diagnosi corretta,ossia va fatta da un dentista.Cordiali saluti
[#3] dopo  
Dr. Marco Finotti
44% attività
8% attualità
20% socialità
PADOVA (PD)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2006
la diagnosi di malattia parodontale la si fa con la visita il sondaggio parodontale e le rx endoorali non con la panoramica
cordiali saluti
[#4] dopo  
Dr. Giuseppe Oscar Muraca
40% attività
16% attualità
20% socialità
AMANTEA (CS)
Rank MI+ 76
Iscritto dal 2007
Stia tranquillo e aspetti il suo odontoiatra per un ricontrollo.
saluti
[#5] dopo  
Dr. Sergio Formentelli
48% attività
20% attualità
20% socialità
LIVORNO FERRARIS (VC)
Rank MI+ 88
Iscritto dal 2006
Prenda quel referto e lo getti nella cartaccia.
La radiografia rileva dei livelli ossei, e null'altro.
Non si vede invece la gengiva.


Sarà il dentista a misurare l'altezza di questa gengiva.
Se c'è una tasca gengivale attorno al dente superiore a 3 mm, ci può essere una lieve paradontite, facilmente sanabile.
Se c'è una tasca gengivale superiore a 5 mm, c'è effettivamente un problema.

Ma questo, un radiologo, NON LO PUO' SAPERE, a meno che non abbia poteri divinatori.