Utente 407XXX
Cari dottori,
vi racconto la mia storia clinica,alquanto ingarbugliata e niente affatto semplice:
il tutto è iniziato con dei problemi di stipsi con presenza di sangue nelle feci,il tutto correlato con un aumento spropositato della pancia.Dopo un pò di dottori giungo da un gastroenterologo,docente alla sapienza che mi fa fare una colonscopia d'urgenza pensando che fosse il morbo di kron(o come si scrive),ma l'esito è positivo e il mio intestino secondo lui sta benissimo.intanto continuo a stare male.nel fratempo continuo ad aumentare di peso e mia madre mi porta da un endocrinologo(anch'esso dirigente di un ospedale romano)a cui mi ero rivolta in precedenza sempre per motivi di peso,ma mi liquida brevemente con degli esami ormonali alla tiroide(che naturalmente stanno a posto).Poco dopo compaiono delle cisti all'ovaio e vado dalla ginecologa che mi dà la pillola a basso dosaggio ormonale.nel fratempo non mi ricordo bene come finisco dall'otorinolaringoiatra e avndo le tonsille infette la scorsa estae me le sono levate.Dopo l'operazione(nemmeno quella mi ha fatto dimagrire)l'intestino continua a stare male a suo modo e continuo ad ingrassare.Mi rivolgo ad un altro endocrinologo che sccopre che ho la prolattina lievemente alterata(intorno a 25)e mi riprescrive di nuovo la pillola con un antidiuretico che non ha alcun effetto:dopo 2 mesi mi faccio prescrivere Diane che è la pillola col più alto dosaggio ormonale e miracolosamente miglioro:il mio intestino è tornato normale anche se sono sempre più gonfia.
in tutto questo tempo ho fatto delle analisi del sangue e in tutte il num di rbc è inferiore al limite...e continua a calare.dalle iltime 2 analisi l'mhc invece è piu alta del limite superiore,e nell'ultima l'emoglobina è scesa sotto a 12.anche i linfociti sono leggermente superiori al limite max.
dato che ho consultato tanti specialisti,mi è stato consigliato di rivolgermi magari ad un internista che può avere una visione più d'insieme.
mi scuso se ho fatto un pò di confusione nel raccontare l'anamnesi,ma spiegarsi in poche righe e bene non è sempre semplice.
Vi ringrazio in anticipo.

[#1] dopo  
Dr. Agnesina Pozzi
48% attività
0% attualità
20% socialità
()
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2007
gentile Signora
anche se la sua richiesta è datata a quasi un anno, le rispondo perchè casualmente l'ho incrociata e l'ho vista inevasa e perchè i problemi di tipo ormonale hanno una risoluzione che va seguita nel tempo, perchè si prolungano.

Probabilmente la mancanza di risposta è stata causata dalla "confusione" espositiva.
Vorrei chiederle innanzitutto com'è la situazione ad oggi e se mi può aggiornare, così vedo se posso esserle d'aiuto.

Posso chiederle se per caso in quel periodo era stata sottoposta ad un serio stress psico-fisico? le chiedo questo perchè l'ipotalamo che è la sede dell'elaborazione delle emozioni, è in stretta correlazione con la funzione di tutte le ghiandole e uno stress può interferire pesantemente con la secrezione ormonale. Non ha spiegato come fosse il suo ciclo (regolare, irregolare, corto, lungo, doloroso, flusso scarso ecc ecc) e se il dosaggio degli ormoni ovarici e dei corticosteroidi fosse stato fatto;

non ci ha detto quali fossero le sue abitudini alimentari e se prima di pensare al Cronn, si siano escluse le emorroidi come ripercussioni inevitabili della stipsi.

Se crede che ancora possa esserle di bisogno un consiglio, scriva pure perchè automaticamente la sua mail mi sarà inoltrata; nonostante i consulti via internet abbiano i loro serissimi limti, farò il possibile nel mio piccolo.

la saluto cordialmente
Agnesina Pozzi
[#2] dopo  
Utente 407XXX

Iscritto dal 2007
La ringrazio molto per questa risposta,e cerco di completare la situazione rispondendo alle sua domande.Ammetto di essere stata un po confusionaria nell'esposizione degli eventi.
Infatti quel periodo ,parlo di circa 6 mesi prima,è stato caratterizzato da alcuni dispiaceri sentimentali,oltre che un grande sforzo a livello sportivo e per lo studio.Sono sempre stata una grande sportiva e di conseguenza la mia alimentazione è sempre stata molto equilibrata perche la fisicità ha avuto per me un ruolo importante.Ho cominciato a diminuire lo sport ,e poi sempre piu,con la nascita di questi problemi di salute,anche perche ancor prima di smettere di praticare lo sport ero incominciata ad ingrassare e questo mi dava dei problemi.
Il mio ciclo è sempre stato regolare;il dosaggio ormonale prevede solo un alieve alterazione della prolattina e del DHEA.
Ad oggi la situazione sembra essere migliorata:ho smesso l'assunzione di Diane da 5 mesi;il ciclo per i primi mesi è stato molto regolare,come se continuassi ad assumere la pillola(ciclo di 28 giorni con mestruazione di 2gg),negli ultimiil giorno delle perdite è aumentato a 3-4gg anche se il ciclo è diventato di 21gg.I miei problemi intestinali si sembrano attenuati:non si sono verificati piu fenomeni di sangue con le feci,fatte rare eccezioni.
La cosa che attualmente mi preoccupa di piu è il fatto che in tutta questa storia ho preso molti chili,per la precisione 18kg,molti dei quali dovuta dall'assunzione della pillola.Pur avendola smessa da qualche mese non sono dimagrita,anzi ho preso altri 3kg.La mia alimentazione è sempre rimasta molto equilibrata,con molta verdura e cose poco condite;l'attività fisica per motivi di tempo è ridotta a camminare,anche ad intensa velocità per qualche km al giorno.
Spero di essere stata piu completa nella spiegazione.
LA ringrazio in anticipo.
[#3] dopo  
Dr. Agnesina Pozzi
48% attività
0% attualità
20% socialità
()
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2007
Gentile Signora
con piacere leggo che la sua situazione è migliorata. Non si preoccupi dei chili presi, è solo ritenzione e vedrà che lentamente tutto tornwerà come prima. Naturalmente eviti il sale, insaccati, scatolami. Beva acqua acidula (con PH livemente inferiore a 7,5 e con residuo fisso inferiore a o,...se espresso in grammi o a 0,0... se espresso in milligrammi ed una durezza in gradi francesi inferiore a 20.

Si aiuti con tisane naturali drenanti a base di piccioli di ciliegia, Betulla e tisane disintossicanti per il fegato che contengano boldo, bardana, tarassaco, cardo mariano, carciofo.

La saluto cordialmente
Agnesina Pozzi