Utente 956XXX
Salve, sto facendo la stessa domanda in più sezioni, poichè non so esattamente a quale specialista dovrei rivolgermi.
La mia ragazza, di 18 anni, ha avuto in passato la sindrome di Schonlein Henoch ed ha il morbo di Reinò.
Ora, lei vorrebbe fare un tatuaggio, ma le è stato sconsigliato in quanto secondo alcuni, senza però particolari competenze e senza saperne spiegare il motivo, ci potrebbero essere dei problemi avendo avuto questo genere di malattie.
Volevo quindi chiedervi se è vero che ci possono essere delle complicazioni legate alle sue malattie e quali, o se possano essere legate ad un eventuale allergia causata dall'inchiostro usato per il tatuaggio, o se invece la sua "storia clinica" non crei alcun rischio.

Grazie in anticipo

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
156628

Cancellato nel 2015
Buonasera.
Personalmente non trovo controindicazioni al tatuaggio: la porpora di Schoenlein-Henoch, così come il morbo di Raynaud non hanno nulla a che vedere con le allergie; pertanto il rischio di un'eventuale sensibilizzazione ai pigmenti utilizzati dai tatuatori appare sovrapponibile a quello della popolazione generale.
Saluti,
[#2] dopo  
Utente 956XXX

Iscritto dal 2009
La ringrazio,
Le pongo anche un'altra domanda: le è stato anche detto che il rischio potrebbe consistere, essendo il suo sistema immunitario più sensibile per la malattia autoimmune, in una nuova malattia autoimmune, o in una ricaduta della stessa, causata dal "trauma" del tatuaggio; è vero questo?
[#3] dopo  
156628

Cancellato nel 2015
Io sono personalmente contro il tatuaggio in generale, ma onestamente tutto questo mi sembra eccessivo; anche se - come accade sempre in medicina - non si può mai escludere nulla.
Saluti,