Utente 179XXX
Buon giorno,
volevo porvi un quesito, sono un ragazzo omosessuale di 32 anni e circa un anno fa ho subito un intervento per rimuovere condilomi anali interni circonferenziali. ora a distanza di un anno dall intervento non ho manifestato recidive ma, il mio partner ora ha sviluppato due piccole lesioni sul pene.Ho fatto sesso protetto per sei mesi ed ora temo di poter ricontrarre l infezione.
la mia domanda è, essendo l hpv un virus che dopo la manifestazione rimane comunque latente nell organismo, esiste una sorta di immunizzazione per la malattia se il ceppo è lo stesso avendolo comunque gia contratto?
[#1] dopo  
Dr. Sergio Sforza
36% attività
20% attualità
16% socialità
LECCE (LE)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2010
Gentile utente i condilomi anali possono recidivare con una certa frequenza e se trascurati possono evolvere anche in forme particolari di tumori dell'ano, per tale motivo posso raccomandarle sempre rapporti protetti. Faccia curare bene anche il suo partner se c'è il dubbio di una contaminazione.
Saluti
[#2] dopo  
Utente 179XXX

Iscritto dal 2010
Sicuramente seguirò il suo consiglio, la mia domanda però era per quel che riguarda la guarigione da questa patologia, il ruolo del partner per quel che riguarda una reinfezione è influente? ho letto su numerosi siti che in caso di rapporti monogami il ruolo del compagno/a ha un relativo peso..ovviamente se parliamo di stesso ceppo virale...
[#3] dopo  
Dr. Sergio Sforza
36% attività
20% attualità
16% socialità
LECCE (LE)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2010
Gentile utente il ruolo del partner è sempre influente per una reinfezione ed il rapporto monogamo è consigliabile ma non è una certezza di immunità.
Saluti