Utente 418XXX
Salve volevo un Vosrto parere e ringrazio ancora anticipatamente per il prezioso servizio che fornite..Ho già mandato due consulti, e volevo avere ancora un parere in base alle novità che si sono presentate..Come dicevo nel precedente consulto l'infettivologa ed la dott.sa che sostituiva il mio medico mi avevano fatto una diagnosi di "Clamidia" in base hai miei sintomi (neoformazione inguinale dx e iperpiressia con valori fino a 38,7 all'eo compenso di ricircolo linfoadenopatia dx inguinale con presenza di linfonodo dolente di consistenza aumentata mobile sui piani sottostanti della grandezza di una nocciola micropoliadenopatia inguinale sx non linfonodi ascellari e nucali non linfo laterocervicale non epatosplenomegalia un piccolo linfonodo sottomandibolare sx) ed avevo eseguito TORCH, Monotest RX torace tutto negativo...In base alla terapia ho preso per 6 giorni Rocefin1g+ Zitromax 500g poi ieri mi sono recato dal mio medico(è tornato dalle ferie..) e gli ho riferito che il linfonodo dx era sparito e si sente "appena" sotto la pelle ma la febbre è rimasta a 37,5 max verso sera alle 20-21 per poi scendere a 37 verso le 23, il quale ha visto tutti i miei esami anche quelli presi ieri mattina e in base ai vecchi esami p.Baunel Igg e Igm mi ha detto che avevo la mononucleosi. Ha subito
telefonato ad un infettivologo di sua fiducia chiedendogli pareri sugli esami e dicendomi che era mononucleosi, io ho detto che i medici avevano visto gli esami ma mi avevano escluso assolutamente e che era una vecchia infezione..inoltre quando io gli ho detto se era possibile che lui leggendo gli esami mi diceva che era mononucleosi mentre le altre dott.se mi avevano detto di no e lui ha glissato sul fatto... Comunque ora mi ha detto di stare 20 giorni a riposo curando l'alimentazione e poi di eseguire dei test specifici per la mono(VCA e EBNA Igg Igm) ora vi metto i risultati eseguiti il 27/08/07 quelli indicati hanno i valori alterati a parte la VES :

CHIMICA CLINICA:

GOT/AST 106 U/l (5-34)
GPT/ALT 157 U/l (0-55)
GGT 79 U/l (12-64)

EMATOLOGIA:

WBC 10,60 x10^3/ul (4,00-10,50)
Neutrofili 16,20 % (37-72)
Linfociti 68,80 % (20-50)
Basofili 1,40 % (0-1)
Linfociti(val.assoluto) 7,30 x10^3/ul (1,0-3,7)
Monociti(val.assoluto) 1,40 x10^3/ul (0.0-0.7)
VES 19 mm/ora (1-26)

COAGULAZIONE:

Fibrinogeno funzionale 173 mg/dl (200-400)
APTT e AT3 valori normali

IMMUNOLOGIA:
(Valori di riferimento)

HAVAb Negativo Negativo
HAVAb IgM Negativo Negativo
HBcAb Negativo Negativo
HBeAb Negativo Negativo
AntiHIV1/HIV2 Ag HIV(p24)
(test screening)Metodo MEIA Abbott Non Reattivo Non Reattivo
HBeAg Negativo Negativo
HBsAg Negativo Negativo
Anticorpi AntiHBs(HBsAb) 0,0 mUl/ml 0-5 non rilevabile
5-10 zona grigia
10-100deb.reattivo
>100 reattivo
Anticorpi AntiHCV(HCVAb) Negativo Negativo

ELETTROFORESI:
Tutto nei limiti non vi sono Valori sballati.
Ora volevo un Vostro parere perchè prima doveva essere "Clamidia" ora è Mononucleosi...Grazie per la disponibilità.
[#1] dopo  
10161

Cancellato nel 2009
Egregia, mancano gli esami per Epstein Barr, EA, VCA, EBNA, genoma real time PCR. Considerando che il monotest, non è attendibile. Il virus di Epstein Barr ha la caratteristica di rimanere latente, in forma attiva, nelle cellule, specialmente quelle del sistema linfatico, linfonodi, non essere più individuato dal sistema immunitario, perché produce proteine per ingannarloed addirittura una proteina simile alla Interleuchina 10, che è usata dal sistema immunitario, per comunicare che il nemico è stato eliminato. “assolutamente e che era una vecchia infezione..” non è più attuale, completamente cancellato dalla ricerca scientifica.
Dentro quei linfonodi alberga il virus, che li sta infiammando, ma lentaemnte, combina altri guai; la febbre è una reazione alla presenza del virus.
GOT/AST 106 U/l (5-34)
GPT/ALT 157 U/l (0-55)
GGT 79 U/l (12-64)

WBC 10,60 x10^3/ul (4,00-10,50)
Neutrofili 16,20 % (37-72)
Linfociti 68,80 % (20-50)
Basofili 1,40 % (0-1)
Linfociti(val.assoluto) 7,30 x10^3/ul (1,0-3,7)
Monociti(val.assoluto) 1,40 x10^3/ul (0.0-0.7)
Questi sono tutti alti, soprattutto le transaminasi; la diminuzione dei linfociti e l’aumento dei neutrofili, dimostra chiaramente, la presenza di un agente patogeno ben attivo; i monociti alti, la presenza del virus di Epstein barr, attivo, infatti la malattia si chiama, mononucleosi.
Le transaminasi alte, dimostrano la presenza di un virus nelle cellule che le sta distruggendo, queste liberano gli enzimo presenti, anche il virus di Epastein Barr ha la capacità di attaccare il fegato, insieme al Cytomegalovirus.

Come vede, gli esami eseguiti parlano chiaro, presenza di un virus all’interno delle cellule, Epstein Barr, che considerate le sue caratteristiche infettive, può innescare patologie importanti, per questo motivo va eliminato molto velocemente.

Saluti Alberto Moschini

moschinialberto@medicitalia.it

alberto.moschini@fastwebnet.it



[#2] dopo  
Utente 418XXX

Iscritto dal 2007
Grazie per la risposta, avevo eseguito gli esami TORCH in un mio altro consulto tutti negativi a parte il Paul baunel che era Igg presenti: +-- e Igm presenti ora mi era stato detto che era una infezioner pregressa...Ora il mio medico mi ha detto che fra 15 giorni mi farà fare VCA e EBNA.Grazie ancora
[#3] dopo  
Dr. Arduino Baraldi
48% attività
16% attualità
20% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 84
Iscritto dal 2006
Gentile Utente,

poiche' entro 18, 24 ore dalla penetrazione del virus EB ( mononucleosi ) per mezzo di un recettore specifico ( C3d ) è possibile evidenziare gli antigeni nucleari (EBNA), fra qualche giorno ripeta VCA ( IgM e IgG ) EA ( Ea D , EA R ) EBNA. Le Ig M dell'antigene capsidico virale ( VCA ) persistono per circa 1, 2 mesi e sono presenti nel 100% dei pazienti con Mononucleosi; le Ig G persistono per tutta la vita ed anch'esse sono presenti nel 100% di pazienti.
La presenza di Ig M indica una malattia in atto o recente mentre le Ig G rappresentano la memoria immunitaria ( malattia di vecchia data ). I suoi dati di laboratorio indicherebbero una malattia in atto o recente, quindi è importante controllare a distanza di tempo sia l'assetto anticorpale che le transaminasi e l'emocromo.
Una volta superata la fase acuta della malattia la mononucleosi decorre con una convalescenza piu' o meno lunga ma nella stragrande maggioranza dei casi senza sequele di sorta e con una guarigione completa.

Saluti

Dr A. Baraldi
[#4] dopo  
Utente 418XXX

Iscritto dal 2007
Grazie per le vostre celeri e accurate risposte, riferirò al mio medico gli esami aggiuntivi da fare.Grazie ancora