Utente 580XXX
Egregio Dottore,
spero mi possa aiutare nel risolvere questa strana patologia che mi sta procurando non pochi problemi che purtroppo si ripercuotono anche nella sfera emotiva.
Sono un tenore lirico (per hobby... ho una bella voce così dicono...anche se ho iniziato tardi, ma alla passione non si comanda).
Da premettere che da diversi anni soffro di una lieve gastrite antrale. nonostante diversi esami (GDS e Colonscopie) non è emerso nulla di veramente patologico (fortunatamente). I disturbi per il passato erano minimi e regredivano spontaneamente senza darmi grossi fastidi.
Purtroppo da 2 mesi circa soffro di questo che all'inizio era un dolore forte alla bocca dello stomaco e invece adesso e più che altro un fastidio, un indolenzimento che però non scompare. Le sensazioni purtroppo a volte sono di pienezza, eruttazioni, stitichezza, e umore basso...
Le riporto di seguito gli ultimi esami:
EGDS 20/9/2010
Esofago: lume e pareti regolari;mucosa regolare;cardias pervio e continente. Stomaco: lume e pareti regolari; lago mucoso; disegno plicare regolare;peristalsi vivace. Mucosa del fondo e del corpo regoalre;mucosa antrale iperemica;piloro pervio e continente. Duodeno: bulbo e II porzione regolare. Test all'ureasi su biopsia per HP: Negativo. Conclusioni: Gastropatia antrale iperemica.
Visita Gastroenterologica 22/11/10:
Sottoposto a diverse EGDscopie nell'ipotesi di MRGE mai confermata (anche phmetria senza IPP e manometria negativa). Da anni lamenta intenso meteorismo, dolenzia addominale ad alvo alterno. Per tale motivo è stato sottoposto a colonscopia: rari diverticoli, emorroidi +ragade. Terapia Debridat + fermenti lattici probiotici.
Visita ORL e foniatra (laringoscopia):
Non si sono riscontrate patologie alle CV.Solo lieve iperemia tratto faringeo. (dovuto forse a reflusso? (che invece alla EGDS non risulta...)
Ho fatto gli IPP ma non hanno risolto il problema. E' vero che per il passato la mia alimentazione non era proprio corretta, ma adesso pur seguendo dieta e limitazioni il problema permane. Infatti la voce non è più quella di prima a tratti è opaca soprattutto nei giorni in cui ho pesantezza allo stomaco. Può una gastrite portare a tutto ciò? Come fare per combatterla? Il gastroenterologo paventava un colon irritabile. Cosa mi consiglia di fare? Aspetto con ansia una sua risposta, la saluto con stima. Cordialmente.

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Raffaello Brunori
32% attività
20% attualità
16% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2008
Da cio' che descrive, la sintomatologia sofferta sembra derivare da una patologia infiammatoria gastroesofagea. Circa una adeguata terapia farmacologica, si deve necessariamente rivolgere ad un Gastroenterologo. Si rivolga presso il Policlinico Universitario di Napoli. Un cordiale saluto