Utente 210XXX
Salve,
vorrei avere un parere per quanto riguarda l'assunzione abituale di alcool e l'accostamento con FANS e cortisonici. Al mio ragazzo è stata prescritta una terapia cortisonica, associata a cerotti antinfiammatori, da fare per un mese a causa di una sinovite da sforzo. C'è da dire inoltre che, mensilmente assume per via endovenosa immonoglobuline umane a causa di una agammaglobulineami XLA recessiva (Bruton). Ora mi chiedo, l'assunzione di tutti questi farmaci, abbinati all'alcool (non in massicce dosi s'intende) potrebbe causare seri danni al fegato ed ai reni?

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Graziano Giancarli
28% attività
0% attualità
0% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 28
Iscritto dal 2010
Buongiorno, la sua domanda e' quantomai legittima, infatti i FANS e i cortisonici hanno una metabolizzazione anche epatica, cosi' come avviene per l'etanolo( l'alcol).
quindi il consiglio e' di limitare quanto piu' possibile l'uso di bevande alcoliche e di eseguire periodicamente
esmi ematochimici per funzionalita' epatica: AST,ALT, GAMMA GT, CPK, BILIRUBINEMIA.
Spero di essele stato utile.
[#2] dopo  
Utente 210XXX

Iscritto dal 2006
La ringrazio per la risposta e mi scuso per il ritardo nella mia.
Cordiali saluti.