Utente 937XXX
Salve,
mia sorella (31 anni) 2 anni fa è stata colpita da ipoacusia improvvisa orecchio sx perdendo il 90% dell'udito con acufene. Immediatamente è stata ricoverata e sottoposta a ciclo di terapia iperbarica, antibiotica e cortisonica. Dopo 4 mesi di cura (ad oggi non sappiamo se la causa fosse virale, neurosensoriale o altro) ha recuperato qualcosa ,la perdità è al 50% con acufene a cui ormai si è abituata, ma non sufficiente per udire la voce umana.
In seguito ha effettuato tac con gaudolinio dove non si è riscontrata anomalia. Dopo un anno di cure e medicine visto che il recupero si è fermato al 50% ha smesso di assumere farmaci. A due anni dall'accaduto stiamo cercando di capire se con un apparecchio acustico si può risolvere il problema ma consultando due otorini ci hanno dato parere opposto: uno dice che l'apparecchio non serve e non c'è nulla da fare , l'altro dice che con l'apparecchio si compensa il 50% mancante. Chiedo a voi gentilmente di darmi un parere . Grazie. Saluti

PS: le cellule staminali possono servire per risolvere il problema?

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Raffaello Brunori
32% attività
20% attualità
16% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2008
Penso che, nel caso di sua Sorella, una protesizzazione possa essere di aiuto. Circa le cellule staminali, ancora siamo indietro: forse nel prossimo futuro, chissà!
Un cordiale saluto