Utente 122XXX
Salve a tutti i dottori, ho 20 anni e posto un quesito in merito ad un problema che mi è stato diagnosticato.Da circa 3 mesi sono sottocura con clomifene da 50mg per sospetto ipogonadismo ipogonadotropo, e di conseguenza valori di testosterone, fsh shbg ed lh bassi. Soffro anche di ipotiroidismo congenito autoimmune, controllato con eutirox da 62.5 da circa 3 anni. Volevo sapere, siccome dopo 3 mesi di clomifene, ho rifatto gli esami ed ho notato che il testosterone è andato a livelli buoni rispetto a prima che era basso, ma fsh ed lh sono rimasti bassi ( 2,30 fsh ed 6.33 lh).Non notando nessun miglioramento dal punto di vista fisico(barba assente e poca virilita')morale(sempre insoddisfatto,nervoso,annoiato ecc.), che sessuale( ho una libido molto molto bassa)volevo sapere a questo punto cosa puo' essere?? Il testosterone alto, sembrebbe un testosterone vuoto a mio avviso, o sbaglio?? Per portare i valori di fsh ed lh a livelli normali cosa bisogna fare???Dovro' fare a breve una risonanza magnetica e successivamente un esame sui bulbi olfattivi. Cosa mi consigliate???
Grazie a tutti i dottori che mi risponderanno
Cordiali saluti.

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Giovanni Beretta
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Prenota una visita specialistica
Le consigliamo di seguire attentamente tutte le indicazioni diagnostiche e terapeutiche già ricevute.

Detto questo poi, se i valori di FSH ed LH sono espressi in mUI per ml, le ricordo che questi possono essere considerati nella norma.

Ancora, per la completa risoluzione del suo complesso quadro sintomatologico, spesso sono necessari lunghi periodi di tempo con valori ormonali completamente normalizzati.

Se desidera infine avere più informazioni dettagliate su queste problematiche, le consiglio di consultare anche l’articolo pubblicato sul nostro sito e visibile all'indirizzo:

http://www.medicitalia.it/minforma/andrologia/226-desiderio-sessuale-fare-viene-mancare.html .

Un cordiale saluto.
[#2] dopo  
Utente 122XXX

Iscritto dal 2009
Grazie Dottor Beretta, per quanto riguarda i valori di fsh ed lh sono compresi tra: LH 6 mUl/ml e 30mUl/m a me è 6.30. Fsh 1.50mUl/m e 10mUl/m a me è 2.3mUl/m. Siccome la risposta del testosterone totale è stata positiva salendo di parecchio il suo valore, non mi spiego perche' i due valori di fsh ed lh siano rimasti cosi bassi. A cosa è dovuto?? Non dovrebbero salire anche i valori delle due gonadotropine insieme al testosterone?? Leggero' quello che lei mi ha linkato, Grazie ancora. Cordiali saluti.
[#3] dopo  
Dr. Giovanni Beretta
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
I valori di riferimento portati dal suo laboratorio non sono realistici per il maschio.

Le dirò di più, quando l'FSH supera le 5mUI/ml temiamo sempre che la componente, legata all'epitelio seminale, abbia già dei problemi o dei danni.

Quindi tranquillo e risenta ora in diretta il suo andrologo od endocrinologo.
[#4] dopo  
Utente 122XXX

Iscritto dal 2009
Grazie ancora per la celere risposta Dottor Beretta, sul foglio del referto che ho ritirato oggi per l'fsh ce' scritto: Uomini 1.5-9.70 mUI/ml ed a me è 2.30 stessa cosa per lh( 6.00- 30.00 mUI/ml),non vorrei aver scritto male prima. Ricordo anche che precedentemente avevo fatto anche il test allo stimolo del gnrh ed era risultato un valore alto di lh mentre basso di fsh. Quindi sono da ritenere sbagliate le unita' di misura del referto che ho fatto qui da me???
Grazie ancora
Cordiali saluti.
[#5] dopo  
Dr. Giovanni Beretta
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Non sono corretti solo i valori di riferimento e non le unità di misura usate.
[#6] dopo  
Utente 122XXX

Iscritto dal 2009
Ho capito, grazie comunque per il consulto dottore. A fine mese avro' nuovamente la visita, vedremo un po' cosa diranno loro. Grazie, è stato Gentilissimo.
Cordiali Saluti
[#7] dopo  
Dr. Giovanni Beretta
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Fatta la rivalutazione del suo quadro clinico poi mi aggiorni, se lo desidera.
[#8] dopo  
Utente 122XXX

Iscritto dal 2009
Certamente Dottor Beretta, sara' fatto. Volevo aggiungere, se possibile, mi è sfuggito un particolare che non ho comunicato nemmeno ai dottori che sono sottocura, ossia che all'eta di 13-14 anni per circa 3-4 anni ho sofferto di apnee del sonno, lo comunichero' senz'altro prossimamente, dato che ho letto che le apnee possono danneggiare appunto le ghiandole gonadotropine. Grazie comunque per l'interesse Dottor Beretta, a risentirci.

Cordiali Saluti.
[#9] dopo  
Dr. Giovanni Beretta
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Discuta anche di questo problema clinico in diretta con il suo endocrinologo od andrologo ma potrebbe essere questa una correlazione difficile, se non impossibile, da fare con il suo attuale problema.
[#10] dopo  
Utente 122XXX

Iscritto dal 2009
Allora ho letto male il fatto che le apnee ostruttive possono indurre danni alle ghiandole del cervello,dato che a me è stato diagnosticato un ipogonadismo secondario?
[#11] dopo  
Dr. Giovanni Beretta
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Non è mai un evento così strettamente correlato.

Per questo bisogna fare un attento studio della sella turcica e della relativa ipofisi, come già le è stato programmato con la Risonanza Magnetica Nucleare, e poi bisogna risentire in diretta il suo medico di riferimento.

[#12] dopo  
Utente 122XXX

Iscritto dal 2009
Capito perfettamente, vediamo cosa diranno, dato che se non erro, essendo in day hospital dovrei almeno poter avere i risultati della risonanza spero subito. Grazie ancora Dottore, Le faro' sapere.
Cordiali Saluti.
[#13] dopo  
Dr. Giovanni Beretta
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Qua siamo ed aspettiamo.
[#14] dopo  
Utente 122XXX

Iscritto dal 2009
Salve dottor Beretta, le riscrivo per aggiornarla sul mio quadro clinico. Nel Day hospital che ho effettuato fino a l'altro giorno, ho rifatto visite varie , ecografia scrotale, mammaria , tiroide , esponendo tutti i miei dubbi e problemi, ma non mi hanno accennato nulla tranne che la ginecomastia è sparita, e che ne è rimasto soltanto dei lobuli adiposi. Per quanto riguarda la cura con clomid, mi hanno suggerito di proseguirla fino ad agosto per poi fermarla fino a dicembre, per vedere nel prossimo Day Hospital sotto test gnrh come vanno le cose senza cura, e se ne sara' necessario sospenderla solo se i valori di testosterone non si abbasseranno. Ho chiesto anche il perche' di fsh ed lh siano rimasti inalterati, ma mi hanno risposto che cio' che interessava era il testosterone che si è innalzato di circa 6 volte.La risonanza non è stata necessario farla. Ho fatto anche la curva glicemica, solo che i risultati di tutto verranno spediti successivamente.Ho avuto un colloquio con uno psichiatra, e una dietologa. Entrambi mi hanno prescritto, il primo una cura con entact( dopo un colloquio),il secondo dei consigli alimentari.Vediamo con dieta e farmaco del psichiatra come andiamo, spero di risolvere qualcosa. Per quanto riguarda la ginecomastia, i lobuli adiposi come è possibile eliminarli??? Con la dieta ed esercizio fisico?? Un'altra cosa che non mi spiego è il perche' di questa localizzazione di grasso soprattutto in fianchi e cosce. E infine la barba che è nulla, non mi hanno accennato niente, ci vorra' del tempo per farla uscire???
Grazie per il consulto Dottor. Beretta
Cordiali Saluti.
[#15] dopo  
Dr. Giovanni Beretta
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Segua ora le indicazioni ricevute e, visto il rialzo ematochimico del testosterone, ora bisogna valutare nel tempo l'effetto di questo sulle strutture periferiche, ginecomastia, peli e barba compresi.
[#16] dopo  
Dr. Diego Pozza
40% attività
20% attualità
16% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 76
Iscritto dal 2000
Caro lettore,
se esiste un ipogonadismo ipogonadotropo saranno presenti tutti i segni clinici legati alla mancata stimolazione ormonale delle ghiandole riproduttive, degli annessi cutanei, del tessuto adiposo, della cute ............ tutti fenomeni e stimnolazioni che iniziano con i primi segni della adolescenza e si completano dopo anni di stimolazioni ormonali corrette.
Mi sembra giusto che chi la sta seguendo si sia posto come principale obiettivo l'ottenimento di valori accettabili di testosterone ( ormone che ha molteplici attività riproduttive e somatiche) prima di considerare gli aspetti legati ai fenomeni indotti dalle gonadotropine che per evidenziarsi nel maschio richiedono tempi più lunghi.
Credo sia importante essere seguiti in un centro ospedaliero o universitario ( come mi sembra stia avvenendo) che le possa assicurare le molteplici competenze necessarie a normalizzare tale deficit ormonale.
cari saluti
[#17] dopo  
Utente 122XXX

Iscritto dal 2009
Vi ringrazio Dottor Beretta e Dottor Pozza, il problema e che sono in cura non dall'adolescenza ma da solo 3 mesi. Ho letto in giro che se le cure ormonali venivano iniziate dai 12 13 anni fino alla maggiore eta' si potevano avere risultati al 99% della cura. Si sono seguito in un centro ospedaliero/universitario in Toscana.Una domanda, ma con questi valori di testosterone che ora mi ritrovo, da quando ho iniziato la cura(700 ng/dl),quando iniziero'a vedere sia somaticamente che fisicamente miglioramenti??Spero di avere qualche risultato concreto, anche se avendo 22 anni dove lo sviluppo è gia avvenuto in termini di eta.
Vi ringrazio ancora gentilissimi Dottori,
Cordiali Saluti.
[#18] dopo  
Dr. Giovanni Beretta
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Gentile lettore,

le informazioni che ha sono esatte.

Non possiamo però da questa postazione, senza per altro avere mai fatto una valutazione clinica in diretta del suo reale problema, darle delle informazioni così mirate: ad esempio su quando inizierà "a vedere sia somaticamente che fisicamente dei miglioramenti".

Bisogna continuare la cura e valutare poi in tempo l'evoluzione del suo quadro clinico, anche se lei non è più un adolescente.

Un cordiale saluto.
[#19] dopo  
Utente 122XXX

Iscritto dal 2009
Ho capito benissimo e la ringrazio Dottor Beretta.
Un'ultima cosa, questa localizzazione del grasso in modo ginoide, è dovuta ad un basso valore di testosterone durante il periodo di sviluppo, o cosa??
Grazie ancora,
Cordiali Saluti.
[#20] dopo  
Dr. Giovanni Beretta
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Sì questo può essere anche la causa fondamentale del suo problema.

Poi ancora, a questo proposito, nel suo lungo post mi è sfuggito se ha fatto o no una attenta valutazione citogenetica, cioè ha fatto una mappa cromosomica?
[#21] dopo  
Utente 122XXX

Iscritto dal 2009
Si lo avevo richiesto al precedente appuntamento, nel risultato è scritto: esame cariotipo: cariotipo normale 46xy e basta. Dopo 2 mesi di cura con clomid, rileggendo gli ultimi esami, è risultato l'estradiolo nei limiti alti a 56 pg/ml il massimo è 62 anche questo coincide con l'obesità ginoide?? Ancor prima avevo anche il progesterone a 1,7ng/ml non so adesso. Ma è possibile rimediare a quest'obesità? Ci tengo molto dato che mi pregiudica molte cose questo stato fisico. Ho letto anche che è difficilissimo perdere massa grassa per chi è colpito da tale obesità.
La ringrazio ancora Dottor Beretta
Cordiali Saluti
[#22] dopo  
Dr. Giovanni Beretta
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Bene la mappa cromosomica è normale.

Lasci perdere l'estradiolo e continui a seguire le indicazioni ricevute dal suo endocrinologo poi, per diminuire la massa grassa, l'indicazione maggiormente data generalmente è una dieta corretta e bilanciata e quello di aumentare la propria attività fisica giornaliera.

Su questi temi il suo medico curante ed eventualmente anche il consiglio di un esperto dietologo possono essere un importante punto di svolta da considerare.
[#23] dopo  
Utente 122XXX

Iscritto dal 2009
Si, ho gia' una dieta da seguire, dato che sono stato seguito anche da un dietologo mi ha dato dei consigli più alimentazione. Speriamo bene ed aspettiamo, sperando di avere qualche miglioramento.
La ringrazio di tutto Dottor Beretta è stato Gentilissimo.
Cordiali Saluti.