Utente 188XXX
Buongiorno, mi chiamo Pasquale ed ho 28 anni. Da ormai un anno soffro di un prostatite diagnosticata come cronica. Durante questi 12 mesi sono stato da cinque diversi specialisti urologi che mi hanno sottoposto a svariati esami, tra cui tre cistoscopie. Soltanto una di queste, effettuata da uno di questi urologi, avrebbe evidenziato la presenza di una ipertonia del collo vescicale che tuttavia non giustificherebbe i sintomi da me avvertiti: sensazione di dolenza/peso tra lo scroto e l'ano-bruciori/spasmi uretrali che aumentano dopo aver urinato-spesso dolenza/peso sovrapubico-sensazione di incompleto svuotamento vescicale anche quando il getto urinario è più forte.Il primo urologo a cui mi affidai ad aprile2010 mi diagnosticò da subito una prostatite. A questi mi sono riaffidato con la coda tra le gambe dopo aver compiuto un tour di altri 4 urologi poiché temevo che la diagnosi non fosse stata corretta e soprattutto vedendo che dopo la prima terapia antibiotica in cui i sintomi erano andati scemando dopo si ripresentarono più forti di prima. Feci il grosso errore di non fidarmi e di rivolgermi ad un altro urologo. Da qui altri esami: spermiocolture-urinocolture-ecografie-cistoscopie-tamponi uretrali ecc. L'unico batterio che talvolta è comparso dalle spermiocolture è stato l'enterococco faecalis. Ho assunto nei mesi antibiotici, alfalitici, antinfiammatori, serenoa repens, ma non ho mai avuto benefici...anzi è come se i sintomi man mano fossero aumentati. Un paio di mesi fa sono ritornato dal primo urologo che mi seguii e questi con molta pazienza ed umanità mi ha spiegato che tutte le cistoscopie effettuate hanno solo esasperato il problema e che a questo punto anche l'aspetto psico-somatico ha preso il sopravvento. A tale proposito mi ha detto che la migliore cosa da fare sia quella di non prendere nessun altro farmaco per la prostatite che a poco servirebbe. Secondo lui il digiuno farmacologico può essere la via migliore. Mi ha proposto di assumere un farmaco per attenuare i sintomi psico-somatici del dolore Cimbalta da 30mg ma io non ho accettato poiché si tratta di un antidepressivo. L'ultima spermiocoltura fatta è risultata pulita. Ho fatto una RM addome completo che ha evidenziato: prostata di regolare volume con ectasia dell'uretra prostatica ed edema della zona centrale per prostatite centrale.Credete anche Voi che il mio urologo possa avere ragione?

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Pierluigi Izzo
36% attività
20% attualità
16% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2006
Prenota una visita specialistica
Caro Utente,in assenza di positivita' batterica,perche' non seguire un consiglio terapeutico che,comunque,non Le creerebbe alcun problema?Va da se che,da questa postazione telematica,senza poter visitare,non si possa contestare l'opinione di chi ha avuto il privilegio di visitarLa.Cordialita'