Utente 202XXX
Buongiorno. Sono un giovane studente in medicina e volevo rivolgermi a Voi per un consulto per un episodio avvenuto circa due settimane fa. Premetto che data la mia curiosità ho cercato qualche informazione sul liquido di Cowper dopo l'episodio e ho trovato delle risposte discordanti. L'episodio è questo: circa un paio di settimane fa ho avuto un rapporto con la mia ragazza, ovviamente protetto con preservativo. Posto che non ho mai riscontrato perdita eccessiva del suddetto liquido, è accaduto che nel momento di mettere il preservativo ho notato che lo stavo infilando al contrario. Preso dall'eccessiva foga non ho provveduto a gettarlo e cambiarlo (stupisamente), ma l'ho semplicemente girato nel verso giusto e cominciato la penetrazione. Quello che mi mette ansia è sapere se è possibile che parte del liquido possa essere rimasto sul preservativo e aver fecondato la mia ragazza. Aggiungo che ha un ritardo di circa una settimana. A ciò premetto che la mia ragazza è abbastanza irregolare di suo...che era al 20° giorno di ciclo più o meno...e che avevo avuto l'ultima eiaculazione ca. 30 ore prima.
Ringrazio la Vostra cortesia e chiedo di non porvi alcun problema nell'utilizzo di termini "tecnici" nell'eventuale risposta!! Grazie mille...

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Giovanni Beretta
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Prenota una visita specialistica
Gentile lettore ,

pochi "termini tecnici" per farci capire da tutti, comunque le dico che le dinamiche raccontate non sono particolarmente preoccupanti anche se in alcuni casi spermatozoi vitali possono essere presenti nel liquido lubrificante ed alcalinizzante l'uretra, prodotto dalla ghiandole di Cowper.

Si ricordi poi che generalmente i normali preservativi sono lubrificati con creme spermicide.

Un cordila esaluto.
[#2] dopo  
Utente 202XXX

Iscritto dal 2011
La ringrazio per la tempestiva risposta. Avrei solo un altro paio di domande da sottoporLe.
Data la posizione anatomica delle ghiandole di Cowper e del testicolo, c'è una percentuale quantificabile di ritrovare spermatozoi vitali in tale liquido??
La seconda domanda non è prettamente inerente...esiste un ritardo massimo nel ciclo mestruale dopo il quale è consentito cominciare a porsi qualche domanda??
Ancora grazie per la risposta precedente!!
[#3] dopo  
Dr. Giovanni Beretta
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Gentile lettore,

il problema non è la distanza dai testicoli ma bisogna considerare il fatto che spermatozoi si trovano anche nelle vescicole seminali e da qui con una certa facilità possono passare nel liquido pre-eiaculatorio che caratterizza le secrezioni di provenienza dalle ghiandole del Cowper.

Sui ritardi mestruali "massimi" per la sua ragazza invece bisogna chiedere chiarimenti più precisi al ginecologo ed in questo senso le consiglio di consultare o riconsultare in diretta con la sua ragazza anche questo specialista.

Un cordiale saluto.