Login | Registrati | Recupera password
0/0

Seno piu' gonfio dell'altro in gravidanza

(archivio consulti: per vedere la pagina aggiornata clicca QUI)
  1. #1
    Utente donna
    Iscritto dal
    2007

    Seno piu' gonfio dell'altro in gravidanza

    Salve, sono in gravidanza da poche settimane e avverto tutti i classici sintomi. Date le mie infelici esperienze passate ( 2 aborti, uno in 25ma settimana e uno alla 9a settimana) sono piuttosto tesa. Ho notato che da qualche giorno i seni sono piu' gonfi e turgidi ma quello sinistro in modo piu' marcato (distinguibile anche ad occhio). Devo preoccuparmi? Al 18mo giorno post ovulazione avevo le beta a 640 e il progesterone a 28. Il mio ginecologo non mi ha fatto eseguire i dosaggi ogni 3 giorni ma ha voluto solo vedere il punto di partenza e dice che va bene , a giorni avro' la prima eco di controllo.Dato che sono molto stressata perchè ho il terrore di perdere il bambino, mi chiedo se non ci siano dei farmaci che possano tranquillizzarmi senza interferire con la gravidanza.
    VOrrei un vs parere.
    Grazie!



  2. #2
    Indice di partecipazione al sito: 570 Medico specialista in: Ginecologia e ostetricia

    Risponde dal
    2007
    mi sembra ponga due quesiti: da un lato vuol sapere se un seno più gonfio e turgido dell'altro è normale anche se è da poche settimane in gravidanza, dall'altro vuol sapere se esistono delle terapie preventive da eseguire per evitare l'aborto.
    La risposta al primo quesito è che la mammella (organo "target" per gli steroidi ovarici), fin dalle prime fasi della gestazione, ovviamente, risente di un clima ormonale variato, caratterizzato, per lo più, da un elevato e costante tasso di Progesterone, prodotto prima dal caorpo luteo gravidico e, quindi, dal trofoblasto.
    A questo "clima progestinico", si associa ben presto anche l'incremento dei livelli di estrogeni (di estriolo in particolare, il principale ormone estrogeno della donna in gravidanza), segno di buona "maturazione" placentare.
    Risultato finale? Elevati livelli, e costanti, di steroidi simili a quelli del ciclo ovarico normale, con minime oscillazioni giornaliere ed orarie con organi target (mammella ed utero in primis) che risentono e rispondono con modificazioni fisiologiche ben precise e conosciute.
    Per la mammella: ingrossamento ed aumento del turgore (legato ad un maggior eaccumulo di acqua nei tessuti, fra cui quello mammario), come, per l'appunto, Lei sta già notando.
    Allora? Se non avverte un dolore particolare o se non nota degli strani ed insoliti arrossamenti della parte, non c'è nulla di cui temere. Sono modifiche normali che, di qui a qualche tempo, interesseranno anche l'areola ed il capezzolo, inscurendoli e riempiendoli di piccole escrescenze brunastre.
    La profilassi della minaccia d'aborto può avere buoni frutti solo se si conosce la CAUSA dell'aborto . In caso contrario, si può tentare una prevenzione "di base" che, ovviamente, risulterà molto meno efficace ed efficiente.
    Cordialmente.



  3. #3
    Utente donna
    Iscritto dal
    2007
    Dott. Santoro, grazie per la risposta.
    Non volevo pero' sapere di farmaci che possano prevenire l'aborto, nel mio caso assumo cardioaspirina, che secondo il mio medico è sufficiente a trattare i miei problemi coagulativi. Volevo piuttosto sapere se esistono dei calmanti/rilassanti che possano alleviare il mio stato ansioso perenne ( tipo En o lexotan), che credo non faccia benissimo alla gestazione.
    Per il seno sinistro piu' gonfio del destro, mi sembra di capire che non devo allarmarmi, meno male. Che dice di valori di Beta e di progesterone che avevo riportato? Rispettivamente 640 e 28 al 18mo giorno post ovulazione.
    Grazie infinite per le risposte e la pazienza.




  4. #4
    Indice di partecipazione al sito: 570 Medico specialista in: Ginecologia e ostetricia

    Risponde dal
    2007
    I valori ormonali sono buoni, anche se, per le Beta HCG è importante più l'incremento delle quantità in funzione del tempo che il singolo valore.
    Per l'ansia, se potesse fare a meno di farmaci sarebbe, ovviamente, meglio, specie in una fase precoce della gravidanza, allorquando la suscettibilità degli organi in fase di formazione è massima.
    Dal 4° mese in poi, invece, l'utilizzo di BDZ può dirsi totalmente sicuro, anche se segnalazioni rassicuranti vengono dagli studi pure per gli stesi farmaci utilizzati precocemente.
    Cordialità.



  5. #5
    Utente donna
    Iscritto dal
    2007
    Gentile Dottore,
    essendo alla sesta settimana della mia 4a gravidanza ( come sa 1 a buon fine e due no). UM 5 ottobre. Il dosaggio delle beta era di 640 al 5 novembre e del progesterone di 28 al 5 novembre. In data 16 novembre (6w +0, sesta settimana spaccata, tra l’altro sono certa di aver concepito il 18 o il 19 ottobre) si è visualizzata una camera gestazionale con un lieve versamento pelvico ( il ginecologo sostiene sia fisiologico) e niente battito. Io sono certa di aver concepito il 18 o il 19 ottobre.Lui dice che è presto e che si vedrà settimana prossima ma io dopo due aborti ho il terrore che sia un uovo chiaro o che ci sia qualcosa che non va. Il versamento pelvico significa che avro’ perdite ematiche? Chiedo perché sono terrorizzata dal sangue avendo avuto nei casi precedenti delle vere e proprie emorragie. Il mio ginecoloco sembra tranquillo,non ha voluto dosare di nuovo le beta e nemmeno il progesterone (il valore di 28 esclude l'uovo chiaro?). Mi chiedo ma allora se sapeva che il BCF non si sarebbe visto perché farmi andare a fare un’eco? Per ora sto prendendo la cardioaspirina (ho mutazione eterozigote sia di Leiden V e MTHFR) e acido folico.




  6. #6
    Indice di partecipazione al sito: 570 Medico specialista in: Ginecologia e ostetricia

    Risponde dal
    2007
    Cara amica
    misembra strano quantomeno che il Collega non le abbia raccomandato di eseguire almeno altri due dosaggi della Beta HCG. Probabilmente si tratta di un malinteso.
    Nel dubbio li esegua, ognuno a distanza di almeno 3 giorni dal precedente. Si renderà, così, conto dell'incremento dell'ormone che testimonierà, se consierato normale, il buon andamento della Sua gestazione. E' chiaro che anche l'eco Transvaginale va ripetuta: ci mancherebbe!



  7. #7
    Utente donna
    Iscritto dal
    2007
    Gentile Dottore,
    non c'è stato nessun equivoco, il mio medico ha proprio detto di no alla mia richiesta di dosare le beta. Dalla prima ecografia ( 4w +3gg) all'ultima (6w +0) la camera da pressochè invisibile è aumentata enormemente (parole del ginecologo): ho dimenticato di dire che c'è anche un lieve versamento pelvico ( che è stato definito normale). Tuttavia, non mi ha detto se si è visto o no l'embrione e io sono cosi' emotivamente scossa che al momento non l'ho chiesto e ora sto in ansia con l' ipotesi di uovo chiaro..
    Il mio dottore insiste col dire che alla settima (7w + 0)vedremo il battito di sicuro( e cioè venerdi 23 nov.)e che quindi non è necessario dosare niente. Ha aggiunto che è normale che al limite della sesta settimana non si veda il BCF, sarebbe come pretendere che un bimbo di 2 anni andasse all'Università.
    Io nel frattempo continuo ad avere tutti i sintomi; nausea, seno gonfio, sonno perenne. Che escluda l'uovo chiaro perchè il progesterone era a 28, segno di gravidanza vitale?
    Questo è possibile? La ringrazio molto per la pazienza, cordiali saluti
    R.



  8. #8
    Indice di partecipazione al sito: 570 Medico specialista in: Ginecologia e ostetricia

    Risponde dal
    2007
    Davvero non so risponderLe, mi spiace.
    Non voglio dirLe cose in contrasto col Collega che La conosce e la segue, per cui ritengo più opportuna che Lei segua i Suoi consigli e che aspetti il 23 c.m. per effettuare l'ecografia TV.
    Auguri.



Discussioni Simili

  1. Il ciclo fino al 3°/4° mese
    in Ginecologia e ostetricia
    Risposte: 1
    Ultimo Messaggio: 11/11/2007, 15:16
  2. Pillola dolore al seno e spotting
    in Ginecologia e ostetricia
    Risposte: 4
    Ultimo Messaggio: 02/11/2007, 09:52
  3. Risposte: 3
    Ultimo Messaggio: 31/10/2007, 14:39
  4. Dolore al seno, tensione mammaria
    in Ginecologia e ostetricia
    Risposte: 5
    Ultimo Messaggio: 29/11/2007, 20:51
  5. La mia storia, sono al sesto giorno
    in Ginecologia e ostetricia
    Risposte: 6
    Ultimo Messaggio: 30/11/2007, 14:54
ultima modifica:  17/11/2014 - 0,17        © 2000-2011 medicitalia.it è un marchio registrato di MEDICITALIA s.r.l. - P.I. 01582700090 - staff@medicitalia.it - Fax: 02 89950896