Utente 212XXX
gentile dottore, mia nonna ha 84 anni ed ha un'insufficienza renale importante associata ad ipertensione. la terapia ipertensiva leggendo varie risposte da voi date mi sembra buona.Gli ultimi esami del sangue danno che il valore dell'azotemia è 201 mg/dl. la creatininuria 30.05. creatinina plasmatica 3.58, clearance 9.33, diuresi 24 h 1600 ml. potassio 5.4, calcio 2.16, fosforo 1.51. . ora il nostro medico di base ha aggiunto alla terapia del carbonato di calcio oltre al calcitriolo che già prende da circa due anni. inoltre ci è stato detto che in un paziente così anziano non vengono fatte dialisi. E' bene fidarci del suo parere o sta prendendo sotto gamba la situazione? E perchè il calcio carbonato che leggendo il foglietto illustrativo serve solo per le ossa ed è controindicato in pazienti affetti da insuff renale?sottolineo che mia nonna non ha mai sofferto di osteoporosi nè ha mai subito fratture. non abbiamo quindi speranze per il discorso dialisi? la ringrazio per l'attenzione. cordiali saluti
[#1] dopo  
Dr. Filippo Mangione
28% attività
4% attualità
16% socialità
PAVIA (PV)
Rank MI+ 48
Iscritto dal 2009
Non comprendo francamente per quale motivo sua nonna non sia seguita da un nefrologo.

L'indicazione alla dialisi non può in alcun modo prescindere da una valutazione clinica diretta, ma l'informazione che le è stata data, cioè che la dialisi non possa essere eseguita in un paziente di 84 anni, è SICURAMENTE sbagliata in linea generale.

Ora, io non conosco se ci siano particolari patologie che rendano impraticabile o sconsigliabile la dialisi nel caso specifico. Ritengo però che, nel caso, queste difficoltà DEBBANO essere esplicitate con chiarezza. Stiamo parlando di una terapia salvavita!

Si rivolga con sollecitudine ad un nefrologo.

Saluti