Utente 507XXX
Gentili dottori, vi spiego subito il mio problema. L'estate scorsa ho
sofferto di candida, poco prima di partire per le vacanze. ai tempi
non ero fidanzato e mi venne dopo aver preso forti antibiotici per un
ascesso ad un molare. Risolsi il problema con pevaryl crema 2 volte al
giorno... e 20 giorni di riposo assoluto (nel senso di
"inutilizzo"...)

a luglio di quest'anno il problema si è ripresentato in maniera molto
leggera, ed ho ripetuto la "terapia" dell'anno precedente. Dopo 20
giorni era tutto a posto.

Arriviamo ad oggi: fino ad un mesei fa nessun tipo di problema, poi, 2
giorni dopo un rapporto non protetto è apparso un'accenno di candida
(o almeno così pensavo io, piccoli pallini bianchi e pelle del pene
molto molto secca). Utilizzando pevaryl non ho avuto problemi ed ho
continuato ad avere i miei rapporti non protetti (Sempre con la mia
fidanzata che prende la pillola) fino a 20 giorni fa. 20 giorni fa ho
notato come se ci fossero delle smagliature intorno al pene ed una
fortissima sensazione di bruciore nella parte sinistra. ho pensato ke
forse, avendo la mia ragazza fatto sesso orale su di me, poteva essere
che non volendo con i denti mi aveva graffiato, ed ho lasciato stare.
Dopo 2 giorni il fastidio non accennava a passare e c'era sempre
questo bruciore, così mi sono rivolto al mio dermatologo (tra l'altro
specializzato in malattie veneree e medico di famiglia) che mi ha
prescritto EFADERM crema, vedendo appunto che si tratta secondo lui di
irritazione da sfregamento. 10 giorni di pausa, la situazione sembrava
migliorata fino all'altro giorno: la mia ragazza mi ha detto di
provare una forte sensazione di bruciore e dolore facendolo senza
preservativo, così, 2 giorni dopo, l'abbiamo fatto col preservativo e
lei continuava ad avvertire questa sensazione, mentre io, continuo ad
avere il bruciore alla parte sinistra. Si vede molto molto meno quello
ke mi sembrava un "graffietto", come se fosse una striatura. La pelle
intorno era molto molto secca, come se fosse effettivamente
"consumata", mentre persiste la "secchezza" del glande. Sto
continuando a mettere pevaryl e efaderm, pevaryl internamente ed
efaderm esternamente ma questo non mi sembra una soluzione definitiva,
mi sembra solo un palliativo poichè se non faccio sesso nè mi masturbo
va tutto bene, mentre se faccio sesso o mi masturbo continua il
bruciore molto forte che a volte mi impedisce di portare a termine i
rapporti e la secchezza del glande. Cosa posso fare?

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Sergio Longhi
24% attività
0% attualità
12% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 36
Iscritto dal 2005
Gentile utente, ovviamente non posso che cosiglarle una ulteriore visita dermatologica e una contemporanea visita ginecologica per la sua fidanzata. Importante è sincronizzare nella coppia eventali terapie per consentire la ripresa dell'attività sessuale sprotetta. Cordiali saluti.
[#2] dopo  
Prof. Giovanni Martino
28% attività
0% attualità
12% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 40
Iscritto dal 2005
Gentile Utente,
il Suo è un problema di natura squisitamente Dermatologica. Non le resta che sottoporsi ad un ulteriore controllo clinico, ovviamente insieme alla Sua compagna.
Ci tenga informati dell’evoluzione del storia clinica, se lo desidera.
Auguri affettuosi per la pronta risoluzione del problema ed un cordialissimo saluto ad entrambi.
Prof. Giovanni MARTINO
[#3] dopo  
Dr. Luigi Laino
60% attività
20% attualità
20% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2005
Concordo col Collega LONGHI e con il Prof MARTINO: la pertinenza di questo caso è di esclusiva competenza Dermatologico-Venereologica: programmi con fiducia assieme alla sua partner per chiarire il vostro problema.

cari saluti
Dott. Luigi LAINO
Ricercatore Dermatologo e Venereologo, ROMA
[#4] dopo  
Utente 507XXX

Iscritto dal 2007
Gentili dottori, innanzitutto, grazie per la vostra estrema gentilezza e velocità nel rispondere (credo sia uno dei rari casi in cui un dottore risponde e chi ha fatto la richiesta scrive nuovamente dopo una vita..)

Vi spiego gli ultimi sviluppi: dopo una settimana di astinenza totale ed efaderm crema sembrava tutto risolto, innanzitutto non notavo + la "flaccidità", ma tantomeno il bruciore. Ho seguentemente notato che facendo l'amore con la mia ragazza, provo una sensazione di bruciore a sinistra... ebbene, facendole "allargare" un pò di + la gamba sua destra, il bruciore sparisce... lo stesso quando è accaduto col mio lato destro (sua gamba sinistra). Praticamente avevo iniziato a pensare, forse sbagliando, che poteva trattarsi di un problema di posizione durante il rapporto che mi provoca questo "sfregamento"...

Solo che proprio ieri lei mi ha masturbato con le mani... e il risultato è stato che, forse per mancanza di lubrificazione, mi son ritrovato di nuovo quei "taglietti" e il tutto "gonfio"...

mettendo efaderm e stando fermo già ora si vedono dei lievi miglioramenti... può esser quindi il tutto a causa di scarsa lubrificazione? quando utilizzo il preservativo.. non ho alcun tipo di problema..