Utente 207XXX
Gentili dottori,
buonasera

Ho ritirato da poco i risultati dei dosaggi ormonali e sono molto preoccupato. Li riporto qui:


Beta HCG plasmatiche : <2 mUI/ml (v.n. <3)
FSH: 26.8 mUI/ml (v.n. 0.7-11.0)
PRL: 9.3 ng/ml (v.n. 1.5-19.0)
LH: 12.1 mUI/ml (v.n. 0.8-7.6)
17 beta estradiolo (E2): 21.7 pg/ml (v.n. <62)
FT3: 2.3 pg/ml (v.n. 1.50-4.10)
FT4: 1.1 ng/dl (v.n. 0.77-1.46)
TSH: 1.28 microUI/ml (v.n. 0.400-4000)
Testosterone: 562 ng/dl (v.n. 18-50 anni 270-1510)


Preciso che ho perso un testicolo nel 2006, a 37 anni, così davanti al referto di laoratorio ho pensato che le gonadotropine elevate fossero indicative di una stimolazione compensatoria del testicolo rimasto che si presenta anche leggermente ingrandito. Ciò anche sulla base di una concentrazione di testosterone che sembrerebbe "buona". Ma leggendo un po' in rete mi sono venuti mille dubbi.

Devo effettuare uno spermiogramma e Vi chiedo cosa è ragionevole aspettarsi con questo profilo ormonale. L'azoospermia è implicita con questi valori?
Non esiste strategia terapeuitca per riportare FSH e LH nel range di normalità?

Vi ringrazio fin d'ora per l'attenzione che vorrete prestare alla mia situazione.

Distintamente, M.C.

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Giorgio Cavallini
52% attività
20% attualità
20% socialità
PADOVA (PD)
Rank MI+ 92
Iscritto dal 2008
Caro signore,
mi aspetto una qualche alterazione spermatica, non è detto per forza azoospermia, in ogni caso sarebbe il caso di affidarsi a buon andrologo, per valutare anche la presenza di alterazioni genetiche.
[#2] dopo  
Utente 207XXX

Iscritto dal 2011
Caro dottore, la ringrazio della risposta celere.
M'incuriosisce il suo riferimento all'eventualità di alterazioni genetiche.

Quali potrebbero essere e in che modo potrebbero costituire un problema?


Perdoni se mi ripeto, ma tali valori elevati potrebbero essere considerati normali per chi avesse, come me, un solo testicolo? L'altro, purtroppo, si è atrofizzato dopo un'ernioplastica in urgenza.
Se avessi un danno anche al testicolo superstite non dovrei avere carenze di testosterone?

Grazie ancora.

P.S.: Questi dosaggi li ho effettuati proprio su indicazione dell'andrologo che però è in ferie e mi è molto difficile non cercare risposte fino al suo rientro.
[#3] dopo  
Dr. Giorgio Cavallini
52% attività
20% attualità
20% socialità
PADOVA (PD)
Rank MI+ 92
Iscritto dal 2008
No i supoi valori sono fuori range anche per chi ha un testicolo solo. La possibilità di riumanere con poco testosterone va valutata anche in base alle risultanze delle indagini genetiche (cariotipo e microdelezione y). Che problemi aveva per rivolgersi a collega?
[#4] dopo  
Utente 207XXX

Iscritto dal 2011
Gentile dott.
mi sono rivolto alo specialista in previsione di sottopormi ad un secondo intervento di ernioplastica, controlateralmente a quello già subito nel 2007. Con mia moglie siamo in cerca di una gravidanza da gennaio di quest'anno e vista l'età di entrambi abbiamo cominciato a giugno entrambi a sottoporci agli esami di primo livello per indagare sulla nostra fertilità.
Mi ero reso conto di avere subìto un qualche danno al testicolo sinistro dopo la prima operazione e mi è parso sensato anche verificare che non ci fossero problemi di natura maligna.
Con questi dubbi mi sono rivolto all'andrologo.

Ora mi si aprono scenari che mai avrei immaginato: la possibilità di essere azoospermico, la necessità di effettuare un prelievo testicolare di eventuali gameti, l'urgenza di trovare un valido centro per la crioconservazione. Per esigenze lavorative agosto è il solo mese in cui posso programmare l'intervento di ernia e mi è caduto il mondo addosso...
[#5] dopo  
Dr. Giorgio Cavallini
52% attività
20% attualità
20% socialità
PADOVA (PD)
Rank MI+ 92
Iscritto dal 2008
Non stento a credere alla sua ansia. Faccia spermiogramma alla sveltina, poi ce lko fa vedere.