Utente 217XXX
Salve, ho 23 anni e ho sempre avuto una lingua orrenda.
Adesso mi hanno detto che sono funghi.

Ho fatto una foto ma non riesco a inserirla in questo consulto
La mia lingua si presenta grigio-bianca ad eccezione di alcuni pallini rossi sulla superficie, e una peluria bianca vellutata che percorre tutta la linea centrale della lingua ad eccezione della punta

La linea centrale della lingua mi fa male.
Il problema è che è da 20 anni che ho questa lingua, ho sempre pensato che fosse sconsigliabile toccare il centro della lingua perchè faceva male.

La larghezza del taglio è notevole e lo è sempre stata. Adesso mi hanno detto che si tratta di funghi.
IL MIO PROBLEMA è il seguente:
Avendo sentito parlare dell' enorme difficoltà a curare le infezioni micotiche ( le ho anche sui mignoli dei piedi, ma non le ho mai curate) il mio timore è quello di non riuscire a debellare questi funghi che se ne stanno belli spaparanzati e doloranti su una superficie sulla quale vivono da ben vent' anni.

Già di per sè la superficie è dolorante, e questo basta oltre al disagio estetico per convincermi a debellarli, ma non vorrei che per via del loro radicamento, fossi costretta a praticare terapie troppo estreme, come la fotochemioterapia: in tal caso preferirei tenermi i miei bei funghetti sulla lingua.

LA MIA DOMANDA è orientata a venire a conoscenza indicativamente del tempo che, se possibile, sarebbe necessario a debellarli
E se, malgrado la lunga età dei funghi, esistano terapie eccellenti senza costringermi a praticare interventi o trattamenti ESAGERATI, come l' asportazione chirurgica o la chemioterapia. Grazie

Valuta ospedale

[#1] dopo  
Dr. Luigi Laino
56% attività
20% attualità
20% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 96
Iscritto dal 2005
Gentile utente

Dovrebbe trasformare l'appellativo che relega alla sua lingua in una corretta diagnosi (lingua scrotale? Glossite migrante cronica? Lichen? Etc.) in tal modo potrà reperire anche una terapia appropriata.
Lo faccia dal dermatologo
Cari saluti.
[#2] dopo  
Dr. Sergio Formentelli
48% attività
16% attualità
20% socialità
LIVORNO FERRARIS (VC)
Rank MI+ 84
Iscritto dal 2006
Gentile paziente,
il quadro che lei descrive non è chiaro, come sottolinea il dr. Laino.

Nell'attesa di un consulto con lo specialista, mi senti di consigliarle alcune manovre da effettuarsi nel cavo orale:

1)
Durante l'igiene orale quotidiana pulisca la lingua, più volte al guorno, con lo spazzonino da denti o con gli attrezzi specificatamente studiati a questo scopo, reperibili in farmacia o al supermercato.
Con questa manovra si eliminano meccanicamente una buona parte dei batteri e altri patogeni presenti in bocca.

2)
Introduca degli sciacqui quotidiani di acqua e bicarbonato (se non soffre di ipertensione).
Il bicarbonato altera il PH (l'acidità) della saliva, portandola verso la neutralità; la Candida Albicans necessita di un PH più acido del normale per prosperare, e con questa manovra rendiamo l'ambiente decisamente ostico per la sua presenza, a vantaggio di altre colonie batteriche non patogene (batteri buoni).

3)
L'assunzione regolare di Yogurt (quello prodotto in casa, ricco di fermenti lattici vivi, non quello comprato sui banchi del supermercato) ha un notevole effetto riequilibrante sulla flora batterica orale.
In alternativa, nel caso di "difficoltà di produzione", può essere assunto il PERIOBALANCE (fermenti lattici solubili in bocca), prodotto specificatamente studiato per riportare la flora batterica orale alla normalità.
Il prodotto è liberamente acquistabile in farmacia o parafarmacia come prodotto da banco, senza necessità di ricetta medica.

Potrebbe essere necessario un periodo superiore al mese per ottenere risultati.

Questi suggerimenti costituiscono buone norme di igiene orale routinaria e non sono controindicate in nessun caso.

Non sostituiscono un consulto specialistico e una visita odontoiatrica approfondita, per accertarsi della natura del problema.
Potrebbe benissimo trattarsi infatti di mughetto (ovvero infezione cronica da Candida Albicans), è la sua presenza potrebbe (sottolineo POTREBBE) essere la spia di una sottostante patologia di altra natura, come potrebbe trattarsi di un'altra cosa.
[#3] dopo  
Dr. Luigi Laino
56% attività
20% attualità
20% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 96
Iscritto dal 2005
mi sembrano utilissimi consigli da perseguire quelli del Dr. Formentelli.

In ogni caso nella persistenza dei consulti, utile sottolineare la valutazione della mucosa orale a livello dermatologico.

cari saluti