Utente 165XXX
Egregi Dottori,
avrei una domanda; l'ecocardiogramma transesofageo deve essere necessariamente eseguito con paziente sveglio?
Ho quasi 25 anni e a 18 mi hanno riscontrato aneurisma del setto interatriale. Benché per fortuna non necessiti ancora di questo esame (e spero di non averne mai bisogno) vorrei sapere se è possibile ottenere anche una semplice sedazione (quindi non l'anestesia generale) tipo come avviene con la gastroscopia, quindi essere sedati per non percepire troppo il fastidio della sonda. Il fatto è che questo tipo di esami mi spaventa parecchio, quindi volevo essere rassicurata.
Infine, nell'ultimo controllo di routine che ho fatto (faccio un'ecocardiogramma all'anno) la cardiologa mi ha detto che questo difetto non peggiorerà mai, neanche in caso di parti ecc: è vero? Mi sembra troppo bello. Grazie di tutto, buon Ferragosto a tutti i medici di questo ottimo sito, buona giornata.

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Maurizio Cecchini
32% attività
20% attualità
16% socialità
PISA (PI)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2009
L ecocolordoppler transesofageo può esse eseguito anche in narcosi.
L aneurisma del setto interastrale NON e' una indicazioned assoluta ad eseguire il suddetto esame.
Cordialità
Cecchini
www.cecchinicuore.org
[#2] dopo  
Utente 165XXX

Iscritto dal 2010
Dottor Cecchini, grazie per la risposta.
Mi rassicura sapere che questo esame può essere effettuato da sedati, ma è vero che non peggiorerà mai, come mi ha detto la cardiologa?
Buona giornata e buon lavoro.
[#3] dopo  
Dr. Maurizio Cecchini
32% attività
20% attualità
16% socialità
PISA (PI)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2009
Non peggiorera' mai ma e' opportuno, a seconda dell'entita' dell'aneurisma, di assumere piccole dosi di aspirina a vita.
cordialmente
cecchini
www.cecchinicuore.org
[#4] dopo  
Utente 165XXX

Iscritto dal 2010
Grazie dottor Cecchini,la sua risposta mi ha alquanto tranquillizzata,
Vorrei solo sapere però, quando va assunta l'aspirina. Fortunatamente a me questo difetto non dà alcun problema, non avverto alcun sintomo, quindi forse l'aspirina va assunta solo qualora insorgano emicranie ecc. quindi quando è presente il pericolo che possa insorgere un TIA?
Tengo a riportare che nel mio caso si tratta di aneurisma del setto interatriale con minimo shunt sx- dx.

[#5] dopo  
Dr. Maurizio Cecchini
32% attività
20% attualità
16% socialità
PISA (PI)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2009
L'aspirina a piccole dosi esercita un'attivita' antiaggregante piastrinica, utile per ridurre il seppur limitato rischio di microembolizzazioni.
La presenza di emicrania non ha alcun senso.
Arrivederci
cecchini