Utente 221XXX
salve,
5 giorni fa ho avuto contatti con una prostituta, che mi ha masturbato due volte, facendomi eiaculare, dopodiché mi ha passato delle salviette umidificate per pulirmi.
La seconda volta, per rendere la masturbazione più agevole, mi ha lubrificato il pene per pochi istanti con la bocca, praticando una leggera suzione.
Da ieri sera avverto un leggerissimo bruciore, non costante, sul glande (sono circonciso), nonché, altrettanto leggero, al termine dell'uretra.
Preciso che non ho macchie o puntini.
Rischio di aver preso qualcosa oppure potrebbe derivare dalle salviettine e poi dall'eccesso di lavaggi degli ultimi giorni? tipo sapone troppo agressivo?
A parte tutto, sono preso dalla sensazione di schifo. Non sono un frequentatore di prostitute nè mi piacciono questi rapporti.
Non so perché l'ho fatto solo curiosità forse, senza ragionare.
Comunque adesso sono in preda alla paura di aver contratto qualche malattia, cosa mi consigliate di fare?

Valuta ospedale

[#1] dopo  
Dr. Davide Brunelli
32% attività
4% attualità
16% socialità
CESENA (FC)
Rank MI+ 52
Iscritto dal 2000
Gentile Utente,
innanzitutto le consiglio di leggere i post delle precedenti annate sull’argomento. Rimarrà sorpreso di leggere centinaia e centinaia di messaggi simili al suo. Il rapporto mercenario genera in molti soggetti un senso di paura di aver contratto chissà quante malattie che a volte è una malattia stessa. So che il mio consiglio servirà a poco perché di solito – prima di tranquillizzarsi – si passa attraverso una serie di esami, visite, antibiotici, visite, che divengono talora un vero calvario.
Personalmente le posso consigliare di stare il più tranquillo possibile dato che il rapporto che lei ha descritto non è ad altissimo rischio. Il contatto tra la cute e le mucose potrebbe - al limite - aver favorito una infezione da HPV o un mollusco contagioso. Già l’epatite – dalla sua descrizione – è molto ma molto difficile, l’HIV praticamente impossibile. Pertanto per ora mi toglierei dalla testa la cattiva avventura. Aspetterei di verificare l’insorgenza di lesioni sui genitali – prima di darsi malato – e di rivolgersi sempre e solo al dermatologo altrimenti entra in una spirale micidiale: tra qualche mese si rivolga ad un dermatologo per un controllo ed eventualmente – anche se ripeto che l’infezione è praticamente impossibile – la prescrizione di esami sierologici, così starà ancora più tranquillo e sereno.
Cordiali saluti

[#2] dopo  
Utente 221XXX

Iscritto dal 2011
La ringrazio molto per la risposta che mi ha davvero tranquillizzato.
Al momento anche il bruciore si è molto ridotto e non ho lesioni sul pene.
Avverto ancora un leggero fastidio sulla punta del glande quando sfrega contro il tessuto degli slip.
L'HPV dà sintomi evidenti mi pare, quindi se non si presentano entro un paio di settimane, posso stare tranquillo, vero? io veramente sono preoccupato della sifilide.
Lei ritiene che ci siano rischi di questa malattia?
grazie e mi scusi ancora
[#3] dopo  
Dr. Davide Brunelli
32% attività
4% attualità
16% socialità
CESENA (FC)
Rank MI+ 52
Iscritto dal 2000
Da come ha descritto il rapporto è davvero improbabile se non impossibile.
Cordiali saluti
[#4] dopo  
Dr. Luigi Laino
56% attività
20% attualità
20% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 96
Iscritto dal 2005
in pieno accordo con il collega, vorrei aggiungere un link ad una mia news informativa sul rapporto orale non protetto con persona promiscua, finalizzato alla piena comprensione da parte dei lettori di questo tipo di consulto sui rischi che si corrono in un rapporto orale - con persone ad alto (in tal caso altissimo) rischio:

http://www.medicitalia.it/luigilaino/news/1330/Decalogo-di-prevenzione-sul-Rapporto-Sessuale-Orale-non-protetto-il-terrore-dell-HIV-Co

Saluti a lei
[#5] dopo  
Utente 221XXX

Iscritto dal 2011
Grazie mille per le risposte, mi avete molto confortato!
so di aver fatto un'imprudenza e farò dei controlli, ma sono relativamente tranquillo, vista la scarsa probabilità di contagio.
E poi il lieve fastidio al glande è praticamente sparito.