Utente 222XXX
Salve sono un ragazzo di 23 anni che vive a Udine,
scrivo perchè sono perseguitato da una candida cronica che dura da circa 5 anni.
Durante questi 5 anni ho avuto un rapporto fisso prima con una ragazza per 2 anni, in seguito con un'altra per 3. Le ragazze hanno avuto problemi di candida solo ed esclusivamente quando si frequentavano con me. Entrambe hanno fatto il tampone con diagnosi di candida albinis. Da ciò credo che il problema nasca da me e sono sicuro che sia candida.

I miei sintomi sono:
-pustole rosse
-microfratture della pelle appena al di sotto del glande
-secchezza della pelle sul pene
-arrossamento, sgradevole odore e prurito

Ho provato tutte le terapie con astensione da rapporti: ginecanesten, diflucan, creme.. Tutte funzionanti ma per circa un mese, subito dopo mi si ripresentano gli stessi problemi. Mangio poca pasta e pane e odio i dolci!
L'unico rimedio che mi sopprime i sintomi è mangiare 2 volte al giorno un integratore naturale che si chiama BIO PAN (vitapan). Appena smetto anche se solo per 2 giorni di prendere l'integratore, la candida ripresenta i suoi sintomi.
Ora dopo 5 anni non so che fare, tutti i medici che ho consultato si limitano alla classica terapia. Vorrei una soluzione definitiva al mio problema! Anche perchè ultimamente soffro anche di male allo stomaco e i miei escrementi sono da circa 2 mesi molli e con forte odore malgrado mangio uno yogurt al giorno(non so se il male alla pancia e la candida sono collegate).
Grazie della disponibilità.

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Ernesto Fina
28% attività
0% attualità
12% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 40
Iscritto dal 2011
Non ci dice seil suo prepuzio è fimotico o meno,in altri termini se il glande è perennemente coperto o no.Questo potrebbe favorire il ripetersi di infezioni micotiche,così come la presenza di contaminazione fecale.Pertanto lei dovrebbe,sotto il controllo di un dermatologo,fare una terapia adeguata anche e soprattutto con assunzione di antimicotici per via orale.Va comunque considerato che talune manifestazioni della mucosa glandulare sono di tipo disreattivo a vari stimoli,tra cui anche quelli alimentari,e l'infezione può venire a complicare il quadro.
In conclusione a mio parere lei ha bisogno di essere tenuto sotto controllo dermatologico per un tempo prolungato fino alla risoluzione del problema. A presto.
[#2] dopo  
Dr. Giulio Biagiotti
48% attività
20% attualità
20% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 88
Iscritto dal 2007
salve.
la sicurezza sulla diagnosi di candidosi si può avere effettuando un tampone locale e una coltura in un laboratorio di analisi. Una volta assodata la presenza della candida e/o di altro tipo di infezioni potrà validamente rivolgersi ad uno specialista per la terapia. Da non sottovalutare la possibilità di contagio tramite asciugamani o altro di eventuale uso comune.
cordialmente
[#3] dopo  
Utente 222XXX

Iscritto dal 2011
Grazi dr. Ernesto.
Il mio glande non è sempre ricoperto. Mi si presentano i sintomi sopra citati, dopo alcuni giorni scompaiono anche da soli, altre volte mi si ripresentano apparentemente da soli oppure n seguito ad un rapporto anche con preservativo!
Terapie dermatologiche con creme e pastiglie come diflucan le ho già fatte. Il risultato di queste ultime è che guarisco per circa un mese e poi mi si ripresenta.
[#4] dopo  
Utente 222XXX

Iscritto dal 2011
Grazi dr.Biagiotti,
l'ultimo tampone è stato fatto 3 mesi fa, la coltura ha dimostrato che è candida.
Tutti gli indumenti e asciugamani ad ogni lavaggio aggiungo Napisan.
La cosa che mi preoccupa è che ho la candida da un sacco di anni ormai.
[#5] dopo  
Dr. Diego Pozza
40% attività
20% attualità
16% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 76
Iscritto dal 2000
Caro lettore,

le ribadisco i consigli dei colleghi. corretta igiene, visita da un dermatologo che possa stabilire la causa dei suoi disturbi e consigliarle le terapie adeguate. senza cambiare medico!!
Cari saluti