Utente 223XXX
B.giorno, sono il padre di un ragazzo di 26 anni che ha il problema abbastanza pesante dell'iperidrosi sia ascellare, sia alle mani che ai piedi. Le dita dei piedi addirittura sembrano deformarsi. il fatto di questa sudorazione eccessiva gli sta creando dei problemi psicologici.
Abbiamo cercato di trovare delle soluzioni. Sappiamo di un intervento "chirurgico", ma ci è stato detto che non risulta risolutivo e comunque anche se migliorano mani e ascelle, per i piedi non influisce. In questi giorni, vagando per il web, abbiamo letto di una terapia basata sulla jonoforesi, con delle apparecchiature paramediche che, addirittura, possono essere usate in casa. Non scrivo il nome della casa che le produce perchè forse su questo sito non è permesso.
Questi apparecchi vengono spediti per corriere. Volevo sapere da voi se, a vostro parere, questo tipo di terapia, e le relative apparecchiature, sono affidabili.
Affronterei volentieri la spesa, se avessi un minimo di garanzia nell'ottenimento, anche solo parziale, dei risultati promessi.
Vi ringrazio in anticipo per il parere che vorrete darmi.
Distinti saluti

Valuta ospedale

[#1] dopo  
Dr. Silvia Suetti
36% attività
4% attualità
16% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 56
Iscritto dal 2010
Prenota una visita specialistica
Gentile signore,

La ionoforesi può dare in termini generici dei risultati molto parziali e solitamente molto brevi.
Le hanno mai parlato o ha avuto modo di conoscere la terza alternativa a ciò che scrive (a mio avviso da prediligere per risultati e per minimo impegno per il paziente.

Proprio in questa settimana in un congresso accademico della capitale si e' ribadito l'elevato profilo di tollerabilità e sicurezza di questa molecola.

Ne parli con il dermatologo
[#2] dopo  
Utente 223XXX

Iscritto dal 2011
G.le D.ssa Silvia, la ringrazio per l'indicazione, non sapevamo dell'esistenza di questa terza alternativa.
Non capisco da quello che mi scrive se si tratta di una cura o di un intervento.
Approfondirò al più presto l'argomento, seguendo il suo consiglio.
Può intanto chiarirmi di quale delle due cose che ho citato si tratta ?
Cordiali saluti
[#3] dopo  
Dr. Silvia Suetti
36% attività
4% attualità
16% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 56
Iscritto dal 2010
io le ho parlato della terza opzione: ovvero la tossina botulinica che è un trattamento per microinfiltrazioni che arresta per un tempo variabile da 4 a 7 mesi la sudorazione delle aree nella quale viene iniettata.

I migliori risultati, direi eccellenti si hanno a livello delle ascelle, cui seguono le mani e infine i piedi (meno responsivi).

Il trattamento viene effettuato in 15-20 minuti e il paziente può riprendere da subito la sua attività

Dopo ogni trattamento si può osservare comunque anche superato l'effetto della tossina botulinica una netta diminuzione della sudorazione a volte causata dalla maggior tranquillità del paziente (ricordiamo che l'iperidrosi è stress psicologico mediata - mediante la via dell'acetilcolina, un neuromediatore che parte dal cervello ed arriva direttamente sui recettori delle ghiandole sudoripare) il quale sa di poter ricorrere a un trattamento realmente efficace.

Saluti cari
[#4] dopo  
Utente 223XXX

Iscritto dal 2011
grazie per la chiarezza della risposta.
saluti
[#5] dopo  
Dr. Silvia Suetti
36% attività
4% attualità
16% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 56
Iscritto dal 2010
saluti a lei!