Utente 215XXX
sono infermiera in una RSA e faccio anche i turni di notte da sola al piano. Sono affetta da diabete mellito 2 in terapia con glucofhage 1000 x3 + novonorm 4 mg x 2 + lantus 34 ui la sera. Durante il mese qualche volta vado in ipoglicemia, perche spesso non faccio una alimentazione corretta visto anche gli orari di lavoro poco compatibili con gli orari della terapia ed anche perchè durante il turno non ho la possibilità di alimentarmi nei modi e nei tempi giusti. A giugno ho fatto la visita per la ex 626 ed il medico mi ha detto che non mi avrebbe dato l'idoneità per il turno di notte. Fino ad oggi non ho avuto notizie ne dall'amministrazione ne dal medico in questione. Cosa rischio se non ho la possibilità di essere collocata fuori dal turno? Cosa rischia chi mi tiene in turno durante la notte? Grazie e mi scuso se sono stata poco chiara.
[#1] dopo  
Dr. Rocco Perrotta
20% attività
0% attualità
8% socialità
SALERNO (SA)
Rank MI+ 28
Iscritto dal 2006
gent.ma utente, mi meraviglio come dalla data delle visita fino ad oggi Lei non abbia ancora ricevuto il giudizio di idoneità. Il diabete mellito in trattamento insulinico (nel suo caso in trattamento misto) è una delle patologie che controindicano il lavoro notturno. Le consiglio di richiedere al suo datore di lavoro l'esito della visita effettuata ai sensi del D.Lgs 81/08 (ex 626) o contattare il medico competente della sua Azienda. Nell'eventualità che non le sia stata fatta la prescrizione dell'esonero dai turni di notte, deve far ricorso all'Organo di vigilanza competente per territorio.
Saluti.
dr Rocco Perrotta