Utente 224XXX
Sono un ragazzo di 21 anni e scrivo perché inseguito ad una visita dermatologica per controllo dei nei svolta alcuni giorni fa, mi sono sorti alcuni dubbi in merito alle modalità della stessa. Il dermatologo, da cui ero stato visitato già in passato, mi ha inizialmente fatto spogliare ed accomodare sul lettino per osservare piedi, gambe, torso e schiena. Quindi (in maniera un po' brusca) mi ha abbassato i boxer, già indispettendomi un po', ed ha esaminato abbastanza a lungo i genitali, scoprendomi anche il glande e lasciandomi abbastanza perplesso. Conoscendo questo medico non mi permetterei mai di fare nessuna insinuazione ed infatti non ho intenzione di farlo...mi chiedevo però se tanta perizia nel corso di questo tipo di visita sia la prassi. Questo perché nel corso delle precedenti visite il medico in questione si era limitato a domandarmi se avessi nei sui genitali, e non avendone non era stata necessaria nessuna osservazione. In questo caso invece nonostante io abbia subito chiarito di non averne il dottore ha fatto un po' di testa sua. Lì per lì ho evitato di far presente il fatto che la cosa mi avesse messo a disagio...ma nel caso di un'eventuale prossima visita come dovrei comportarmi?

Valuta ospedale

[#1] dopo  
Dr. Giampiero Griselli
52% attività
20% attualità
20% socialità
BRESCIA (BS)
Rank MI+ 92
Iscritto dal 2002
Prenota una visita specialistica
Gent.le pz
un plauso per il collega che è rimasto fedele ai dettami dei nostri "maestri" ,che sempre hanno prescritto in questi casi la necessità della esplorazione dell'intero ambito cutaneo con paziente completamente spogliato.
In effetti, morire di melanoma per il pudore di non abbassare uno slip non sembra fantastico neppure a me, ma è comunque una scelta che il paziente può far presente al medico alla prossima visita.
Veda lei .
Se dirà di NON voler assolutamente far esplorare le parti intime, di certo il collega non le salterà addosso con la forza!( vorrei sperare almeno :-))
Cordialità