Utente 171XXX
Salve dottore,
sono un uomo di 35 anni, a due settimane da un rapporto orale protetto è comparsa sulla pelle dell'asta del pene una piccola ferita, simile a una sbucciatura, con carne viva sottostante che mi dava una sensazione pruriginosa e con la presenza di una piccola quantità di liquido come acqua senza presenza di sangue. Dopo due giorni si è rimarginata per poi ricomparire con le stesse modalità, stavolta però ne è ricomparsa anche un'altra, più vicina al glande, con pelle leggermente squamata e rossastra. Non credo si possa definire un'ulcera perchè è superficiale e non profonda, ma non avverto dolore, se non quando la tocco direttamente avverto una sensazione di fastidio, di bruciore. Che cosa potrebbe essere? Ha le caratteristiche per far pensare ad una malattia sessualmente trasmissibile? Che cosa mi consiglia? La ringrazio anticipatamente per l'attenzione.
cordiali saluti.

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Edoardo Pescatori
44% attività
12% attualità
20% socialità
REGGIO EMILIA (RE)
Rank MI+ 76
Iscritto dal 2007
Gentile lettore,

temo non si possa prescindere da una valutazione diretta del quadro per poterle dire qualcosa di sensato.
I referenti naturali per questo problema sono Andrologo, Urologo e Dermatologo.
Nel frattempo le consiglio l'impiego di preservativo durante rapporti.
[#2] dopo  
Dr. Giorgio Cavallini
52% attività
20% attualità
20% socialità
PADOVA (PD)
Rank MI+ 92
Iscritto dal 2008
E non dimentichi di far controllare la partner.
[#3] dopo  
Dr. Diego Pozza
40% attività
20% attualità
16% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 76
Iscritto dal 2000
Caro lettore,

una piccola escoriazione locale potrebbe essere detereminata anche da traumatismi sessuali. Se il fenomeno si ripete e se non scompare dopo un perido di igiene e di astensione sessuale si faccia vedere da un andrologo
cari saluti