Utente 125XXX
Gentili medici,mi è stato prescritto nella giornata di ieri il Cymbalta per depressione,già prescritto 2 anni fa e ricordo che quando l'assumevo mi creava forte dolore al petto(sensazione che il cuore "sbattesse" dentro) e tachicardia,così mi è stato prescritto anche Visken da assumere se aumenta il battito,mi preoccupa il fatto che con questo farmaco potrebbe aumentare o diminuire la pressione sanguigna,sincope,fibrillazione atriale...cosa potrebbe succedere?Anche in questi casi,se dovessero verificarsi,potrei usare Visken?Ho un pò paura...

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Fabio Fedi
28% attività
16% attualità
16% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 60
Iscritto dal 2008
Le consiglio di apportare modifiche alla terapia solo dopo che un medico ne abbia riscontrato obiettivamente la necessità. In particolare, l'aggiunta di betabloccanti va eseguita esclusivamente dopo che sia stata documentata la reale presenza di tachicardia inappropriata, e non basandosi sulla soggettiva percezione di essa.
Cordiali saluti
[#2] dopo  
Utente 125XXX

Iscritto dal 2009
La ringrazio,soltanto ho un pò paura di assumere psicofarmaci perchè spesso quando li assumo mi viene tachicardia e ho letto che alcuni allungano l'intervallo qt del battito cardiaco,così il medico mi ha dato anche Visken se dovesse venirmi tachicardia assumendo Cymbalta o altro antidepressivo,volevo sapere se è pericoloso assumere Visken con psicofarmaci,se questi sono pericolosi per il cuore(possono causare infarto?),cosa fare in caso di allungamento del battito
[#3] dopo  
Dr. Fabio Fedi
28% attività
16% attualità
16% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 60
Iscritto dal 2008
Ripeto che ogni variazione della terapia, specialmente l'aggiunta di betabloccanti, va eseguita dopo che un medico ne abbia constatato la necessità (non faccia da solo, basandosi sui sintomi!).
Detto questo:
1) Non vi sono controindicazioni assolute all'associazione fra Visken e psicofarmaci (sempre che il medico ne confermi la necessità);
2) Nessuno psicofarmaco "causa l'infarto";
3) Se per "allungamento del battito" intende l'allungamento dell'intervallo QT, sarà il cardiologo, se e quando si verificasse questa improbabile eventualità, a decidere il da farsi.
Cordiali saluti
[#4] dopo  
Utente 125XXX

Iscritto dal 2009
La ringrazio,cordiali saluti