Utente 819XXX
Gentili dottori, da qualche mese soffro di una fastidiosa prostatite. Ho assunto prima antibiotici per la presenza di Enterococco nel secreto prostatico e prendo Permixon da oltre 2 mesi e mezzo.

Mi alleno regolarmente, bevo circa due litri al giorno di acqua, ho eliminato il caffè e i cibi speziati dalla dieta, e non fumo. Ho drasticamente diminuito anche l'assunzione di alcolici, birra in primis.

Nonostante tutte queste accortezze il fastidio perineale durante le erezioni è rimasto e ho notato un preoccupante calo del desiderio sessuale (anche durante i rapporti ho estrema difficoltà a mantenere un'erezione soddisfacente.

Il mio medico mi dice che ci vuole molta pazienza, ma possibile che non ci siano miglioramenti dopo quasi tre mesi di terapia? C'è qualche integratore che posso assumere per aumentare la libido? La cosa mi avvilisce..

Grazie per le eventuali risposte

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Pierluigi Izzo
36% attività
20% attualità
16% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2006
Prenota una visita specialistica
Caro Utente,non avrà anche una pubalgia?Soffre di sciatalgie?Purtroppo,la prostatite tende a cronicizzarsi,a volte...Cordialità.
[#2] dopo  
Utente 819XXX

Iscritto dal 2008
Grazie per la pronta risposta dottore. In ogni caso no, non ho mai sofferto ne di pubalgia ne di sciatalgie..

Gli "unici" effetti di questa prostatite è il fastidio perineale (soprattutto sulla zona laterale in prossimità dell'attaccatura delle cosce) e il calo MARCATO del desiderio sessuale.

Non c'è nulla che io possa fare per questo? Ho letto in rete che antinfiammatori in supposte possono dare sollievo nella zona, e che gli integratori naturali raramente hanno effetti positivi..

Grazie
[#3] dopo  
Dr. Pierluigi Izzo
36% attività
20% attualità
16% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2006
...approfondirei l'aspetto diagnostico,considerando la ricchezza di terminazioni nervose che caratterizzano il piano perineale e perinatale.Cordialità.
[#4] dopo  
Utente 819XXX

Iscritto dal 2008
Secondo Lei quali esami diagnostici sono più idonei per la mia situazione?

La ringrazio molto per la disponibilità