Utente 236XXX
Gentilissimo Dottore salve. Sono un ragazzo di 31 anni disabile (patologia: mielomenigocele congenito con atresia ano rettale e vescica estroflessa) e 19 giorni fa ho avuto la mia prima ed unica esperienza sessuale con una donna (prostituta) francese di circa 38-40 anni. Ci siamo incontrati nel suo appartamento pulitissimo (ho avuto occasione anche di usufruire del bagno pulitissimo anche questo locale). Prima di cominciare a spogliarmi la donna mi ha detto che mai aveva fatto (con nessuno) ne avrebbe mai fatto sesso senza preservativo (a prescindere dalla mia condizione di handicap). Comunque non c'è stato bisogno di alcun preservativo; infatti la patologia di cui soffro (vedi sopra) ha fatto si che il mio sesso sia costituito solo dai testicoli e da un abbozzo di pene (circa 4-5 cm); ciò mi rende impossibile quasivoglia tipologia di penetrazione. Per cui non c'è stata penetrazione alcuna nè vaginale nè anale; non c'è stato nè cunilinguus nè anilinguus nè fellatio; non c'è stato alcun contatto tra il mio sesso ed il suo. L'unica cosa che abbiamo fatto, per circa mezzora, è stata masturbarci a vicenda: io le ho infilato, per circa 3/4 volte, due dita (tra l'altro prive di ferite, totalmente integre) nella vagina mentre lei ha masturbato il mio sesso, per circa 3/4 volte, mediante le sue mani e le sue dita umettate della sua saliva come lubrificante. Ora, poiché le mucose attorno al mio abbozzo di pene non sono totalmente integre (ancorché mai sanguinanti nè prima, nè durante nè dopo la masturbazione ricevuta), ho il terrore di poter essere incorso nel contagio da hiv attraverso il contatto della saliva della donna usata come lubrificante sulle sue dita (non cè stato contatto con la sua bocca tranne forse un fugace passaggio della punta della lingua sul mio sesso che però ho prontamente dissuaso) e appunto le mie mucose. La prego di rispondere a questo mio interrogativo che mi assilla con terrore. Grazie.
[#1] dopo  
Dr. Mario Corcelli
52% attività
12% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 84
Iscritto dal 2009
Gentile Signore,

assolutamente non ha corso alcun rischio di HIV,
perché la masturbazione reciproca non è a rischio
né il contatto delle dita della partner umettate di saliva col suo pene

la saliva, infatti, non è un veicolo idoneo di trasmissione del contagio, contenendo una carica virale non significativa

AIDS: come misurare il rischio
http://www.medico-legale.it/showPage.php?template=articoli&id=29
AIDS e dintorni: le malattie a trasmissione sessuale
http://www.medico-legale.it/showPage.php?template=articoli&id=38
La vera storia dell'AIDS
http://www.medico-legale.it/showPage.php?template=articoli&id=17

buona serata
[#2] dopo  
Utente 236XXX

Iscritto dal 2012
grazie infinite...
quindi posso stare tranquillo di non aver corso alcun rischio di contagio hiv anche riguardo al contatto tra le dita della mia partner umettate della sua saliva e le mucose attorno al mio abbozzo di pene non totalmente integre (ancorché mai sanguinanti nè prima, nè durante nè dopo la masturbazione ricevuta)?
grazie ancora
[#3] dopo  
Dr. Mario Corcelli
52% attività
12% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 84
Iscritto dal 2009
è quello che ho scritto