Utente 237XXX
Egregio dottore ,ho eseguito degli accertamenti clinici da cui mi è stato diagnosticato quanto segue: E.C.G.ritmo sinusale a fc 60 bpm
ECOCARDIOGRAMMA: Frequente extrasistolia.FE 50%.Atrio destro dilatato. Insufficienza tricuspidalica di grado lieve-medio.
HOLTER CARDIACO: Costante ritmo sinusale con frequenze comprese tra 43bpm alle ore 07:30 e 106 bpm alle ore 9:28. La frequenza cardica per l'intero esame è stata di70 bpm.Sporadiche extrasistoli sopraventricolari singole e talora in coppia.
9219extrasistoli ventricolari singole e monomorfe.Classe di Lown 2.Non si evidenziano modificazioni transitorie del tratto ST-T di significato ischemico.
Il valore del mio colesterolo totale è di 239 mg/dl e quello del colesterolo ldl è di168 mg/dl.
Mi è stata consigliata la seguente terapia:
sivastin 20 mg 1 cp ore 18.
lansox 30mg 1 cp ore 8.
propaferone 300mg 1 cp al mattino.
propaferone 150mg 1 cp la sera.
Secondo Lei è una terapia adeguata?
Se si è il caso di effettuare ulteriori accertamenti prima di iniziare?
Dovro' prendere questi farmaci per tutta la vita?
In attesa di risposta ringrazio e saluto ben distintamente.

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Maurizio Cecchini
32% attività
20% attualità
16% socialità
PISA (PI)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2009
Il propafenone non e' il farmaco piu' indicato per le extra ventricolari (e' poco efficace su di esse9 mentre lo e' piu' sulle sopraventricolari.
Ci sono altri farmaci che sono piu' indicati (es beta bloccanti); ne parli con il suo medico.
Ovviamente tutti gli antiaritmici funzionano finche si assumono, e quindi di solito la terapia e' continuativa.
Arrivederci
cecchini
www.cecchinicuore.org