Utente 108XXX
Mia mia figlia ha 18 anni, abbiamo eseguito questo ecodoppler arti inferiori dopo essere stati da angiologo per via di una varice dolorante alla gamba. (Già a 14 anni aveva eseguito doppler dove si evidenziava incontinenza rami extrasafenici). Premetto che mia figlia ha anche il fenomeno di Raynaud alle mani, che fuma, ma non usa la pillola anticoncezionale.
Questo è il risultato dell'ecodoppler in data odierna: spero di aver riportato i termini giusti.
"Circolo venoso profondo dove esplorabile, bilateralmente pervio, comprimibile, modulato con il respiro, privo di reflussi.
A destra giunzioni safeno femorale e safena poplitea pervia e continente, reflusso sul decorso della vena grande safena del terzo medio di coscia e su collaterali safeniche e al terzo superiore di gamba. Presenza di vena safena accessoria alla coscia.
A sinistra incontinenza della giunzione safeno femorale al valsava. Giunzione safena poplitea pervia e continente. Presenza di vena safena accessoria alla coscia."
Sconsiglia l'intervento di togliere la safena perchè tanto può ripetersi, e perchè un domani le può servire per un eventuale bypass. Ha consigliato calze elastiche, di non fumare. Mia figlia essendo maggiorenne vuole operarsi lo stesso. A me sembra tanto giovane. Mi date gentilmente un consiglio? Grazie.
[#1] dopo  
Dr. Lucio Piscitelli
52% attività
20% attualità
20% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 92
Iscritto dal 2000
Prenota una visita specialistica
CON I LIMITI DI UNA VALUTAZIONE A DISTANZA

Il risultato di un ecocolordoppler va necessariamente correlato con i dati clinici (sintomi), l'entità delle manifestazioni (varici) e le condizioni generali dei pazienti (patologie associate, ecc.). Le valutazioni a distanza hanno quindi questo grosso limite.
Sulla base di quanto riferisce un qualche gesto chirurgico potrebbe essere indicato, nonostante l'età, anche per impedire o quanto meno contenere la progressione delle manifestazioni cliniche.
La chirurgia della insufficienza venosa si è notevolmente evoluta negli ultimi anni e non prevede di necessità esclusivamente la safenectomia; altre procedure potrebbero essere individuate in questo caso (crossectomia, flebectomie, chirurgia emodinamica) con eccellenti risultati funzionali ed estetici.
Sul fatto che una Safena varicosa possa "un domani servire per un bypass" personalmente, come molti altri, avanzo molte riserve; ma potrebbe non essere, come già detto, argomentazione in questione in questo caso.
[#2] dopo  
Utente 108XXX

Iscritto dal 2003
Grazie Dottor Piscitelli. A fine mese ho appuntamento col vascolare e gli faccio vedere il doppler e sento anche il suo parere. Comunque mi ha un pochino tranquillizzato.
[#3] dopo  
Dr. Pietrino Forfori
36% attività
20% attualità
16% socialità
SAVONA (SV)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2008
Gentile utente,
a complemento di quanto esposto dal collega Piscitelli, le vorrei segnalare l'esistenza dell'opportunità di un trattamento di Foamscleroterapia per le varici come da lei segnalate .
se mi è consentita l'autocitazione,potrebbe essere di utilità il seguente articolo
http://www.medicitalia.it/minforma/chirurgia-vascolare-e-angiologia/386-foamscleroterapia-varici.html
cordialmente
[#4] dopo  
Utente 108XXX

Iscritto dal 2003
Grazie Dr. Forfori, mia figlia ha proprie vene varicose, tutta la vena in fuori in rilievo, questo trattamento può bastare senza togliere la safena?
[#5] dopo  
Dr. Pietrino Forfori
36% attività
20% attualità
16% socialità
SAVONA (SV)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2008
Gentile utente
E' difficile a distanza dare un consiglio di questo tipo.
Come si evince dall'articolo, e' possibile trattare con la tecnica foamscleroterapia, tutte le varici extrasafeniche comprese le accessorie di coscia e la safena fino ad un diametro di cm 1,2.
Vista la giovane età mi sento di consigliare il trattamento piu conservativo.
A disposizione per ogni ed eventuale