Utente 233XXX
Buonasera Dottori; ora ho 37 anni e circa 20 anni fa ho iniziato, sporadicamente 1 volta l'anno, ad avere degli episodi di scotomi scintillanti che durano circa 20 min ma non sono mai stati seguiti da mal di testa (che non ho mai nemmeno in altri casi). Ora gli episodi si sono intensificati di frequenza, 4 in 2 mesi di cui due episodi a distanza di 10 gg uno dall'altro (il tutto sempre senza emicrania).
4 anni fa avevo fatto una visita oculistica per capire il fenomeno e lo specialista mi ha diagnosticato emicrania oftalmica mentre il fondo oculare era tutto a posto. Ora sono allarmata perchè mi aveva detto che se gli episodi sono frequenti possono essere spia di problemi neurologici gravi!
Circa un mese fa ho fatto una nuova visita perchè dal mese di dicembre ho iniziato a vedere lampi di luce e lucine quando chiudo gli occhi, specialmente di colore blu. Nella visita il fondo è sempre nella norma ma mi ha riscontrato exotropia scompensata e farò una visita ortottica. Mi ha prescritto integratore di magnesio e esercizi di rilassamento.
Premetto che ho un bambino di 8 mesi partorito in modo "rovinoso" con conseguenze di convalescenza per infezione dopo cesareo d'urgenza e la mia vita è totalmente cambiata e lo stress psicofisico è sempre ai massimi livelli, specialmente in questi ultimi 3 mesi, dormo pochissimo e male, mangio scombinatamente, sono sempre ansiosissima specialmente sulla mia salute, sono sempre di malumore, in pratica non sono più io e sto sempre male.
Fino al momento del parto sono stata sempre bene, anche con una pressione di 60/90; dopo il parto è un disastro, specialmente dal punto di vista emotivo ed ansiogeno.
Grazie per la vostra disponibilità.
Un saluto
[#1] dopo  
Dr. Demetrio Romeo
32% attività
4% attualità
16% socialità
REGGIO DI CALABRIA (RC)
Rank MI+ 52
Iscritto dal 2009
I disturbi sembrano sempre correlati ad aure emicraniche. La maggior frequenza può dipendere dal carico di stress e da instabilità della pressione arteriosa.
Questa condizione non è di pertinenza propriamente oculistica in quanto non dipende da malattie dell'occhio. Inoltre i fenomeni visivi in oggetto non hanno origine nell'occhio ma dal sistema nervoso.
Pertanto se i disturbi non recedono, magari con un maggiore riposo, può farsi consigliare da un neurologo eventuali terapie o accertamenti.
Cordiali saluti