Utente 216XXX
Vi scrivo perchè vorrei sottoporvi il mio problema. Da un anno soffro di disturbi vaginali dati da delle sorte di cisti dure che "scompaiono" nel giro di un mese per poi ripresentarsi solitamente nel periodo dopo il ciclo mestruale. Queste non si ulcerano, sono dolenti e a volte vi è presenza di prurito. Pensando si trattasse di un herpes genitalis il mio medico ginecologo curante mi ha prescritto una cura di Zovirax compresse 200 mg + crema che io ho seguito per parecchio tempo senza ottenere risultati. In seguito ho deciso di effettuare un esame del sangue (prescrittomi da una venerologa) per verificare la presenza del virus con il seguente risultato:

s-HSV 1-2 anticorpi IgG risultato positivo valori rif. negativo
s-HSV 1-2 anticorpi IgM risultato negativo valori rif. negativo
s-HSV 2 anticorpi IgG risultato negativo valori rif. negativo

come noterete l' esame non evidenzia la presenza del tipo 2 vaginale e l'unico valore positivo fa riferimento ad un' infezione passata (probabilmente una stomatite che ho avuto in tenera età). Da circa un mese, inoltre, ho notato la presenza di alcune piccole bollicine bianche tra i seni. Nemmeno queste danno segni di ulcerazioni. Può darsi che io soffra di un' allergia o che la stomatite si sia ripresentata questa volta in vagina? Inoltre ho effettuato tampone con positività a questi fattori:

Esame microscopico (col gram) : Parecchi bastoncini G-
PMN: Alcuni
Doderlein: Rari

Positività Escherichia Coli (parecchie colonie)

potrebbe riferirsi ad una cistite?

Attendo un vs. gentile riscontro

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Antonio Corica
40% attività
8% attualità
12% socialità
MESSINA (ME)
Rank MI+ 60
Iscritto dal 2007
Potrebbe essere un infezione batterica, quindi fare lavaggi e una terapia antibiotica potrebbe essere molto utile.
I valori negativi dell'esame effettuato indicano che non è mai venuta a contatto con l'infezione e che non è immunizzata.
La ricorrenza con il ciclo depone per un possibile effetto irritativo, visto che poi queste forme scompaiono, a quanto dice.
[#2] dopo  
Utente 216XXX

Iscritto dal 2011
Buonasera, ho eseguito la visita urologica da circa un mese. Il dottore ha confermato l'infezione da escherichia coli. Attualmente sto adottando alcuni consigli da lui suggeritimi. Ho notato qualche miglioramento, ci sono periodi in cui soffro di disturbi quasi impercettibili, il bruciore è ridotto e il prurito inesistente. Oggi però ho portato per lungo tempo slip sintetici e verso sera dopo aver urinato ho notato la presenza di liquido bianco; in un primo momento l'ho attribuito al preciclo (dopo qualche ora non ve ne era più segno, inoltre non mi sembrerebbe una candidosi poichè non accompagnato da prurito ma unicamente da un leggero dolore pubico), ma poi un autocontrollo ha rivelato la presenza di un unico brufoletto bianco all' interno della vagina, potrebbe darsi che si stia formando un'infezione o si tratti di un' intolleranza a qualche materiale che compone gli slip?
[#3] dopo  
Dr. Antonio Corica
40% attività
8% attualità
12% socialità
MESSINA (ME)
Rank MI+ 60
Iscritto dal 2007
Credo possa trattarsi di una leggera infezione, farei dei lavaggetti con un disinfettante antimicrobico e berrei molta acqua che non guasta mai.
Riguardo gli slip è preferibile che siamo di cotone bianco in quanto un pò di irritazione possono sempre darla.
L'importante che gli elastici non siano a contatto con le mucose, le fibre gommose possono dare irritazione da contatto e e macerare la cute.


Dott Antonio Corica
[#4] dopo  
Utente 216XXX

Iscritto dal 2011
Salve, la bollicina è sparita dopo qualche giorno senza trattamento antimicotico; dopo un tentativo di rapporto non completo e con preservativo (avuto mercoledì) e in concomitanza con il presentarsi del ciclo ieri ho notato il ripresentarsi, nelle piccole labbra interne, di questa sorta di bollicina sottopelle, dolente, dalla forma rotonda e consistenza piuttosto dura, della grandezza di 2 mm circa, seguita da una sorta di altra bolla sottocutanea, non tonda come la prima, ma dai margini irregolari.

Lei escludeva dai miei esami l'opzione dell' herpes e i miei disturbi sarebbero stati a questo punto, legati all' infezione da e. coli.

L'urologo che mi ha visitata, però, mi ha detto che il risultato dell' esame: s-HSV 1-2 anticorpi IgG risultato positivo valori rif. negativo
(compiuto in presenza delle suddette bollicine) fa riferimento ad un' infezione passata del tipo 1, che però c'è stata.

Lei mi può dire se è possibile contrarre mediante rapporti orali non completi (e quindi in contatto solo con il liquido preseminale) l'hsv tipo 1 in vagina e che questo causi delle lesioni anche a distanza di parecchi mesi dal rapporto in questione? Il rapporto è avvenuto senza che vi fosse la presenza di sintomi, ma quello che mi preoccupa maggiormente è che il mio partner che assumeva benzodiazepine per la cura di disturbi (ansia etc.) mi descriveva che in concomitanza all' assunzione di questi farmaci, aveva notato presenza di una sorta di rossore pruriginoso sul grande, causa di fastidi, come un' escoriazione, della grandezza di qualche cm. Non ho comunque, a parte questo episodio, mai avuto rapporti completi tantomeno privi di preservativo.

Mi scuso in anticipo per la quantità di domande però vorrei cercare di capire se si tratta di qualcosa di infettivo o meno, così da evitare di "contagiare" il mio attuale partner. E capire in che modo potermi comportare. Sono stata ormai visitata da molti dottori ma le opinioni sono divergenti e non so in che modo dovermi comportare.