Utente 307XXX
Buongiorno, volevo descrivervi una situazione riguardante mia figlia dalla quale non riusciamo a venire a capo nonostante vari consulti con diversi specialisti. Tutto inizia l'estate scorsa quando mia figlia, in seguito anche a piccoli sforzi, mostrava un affanno esagerato che limitava molto le sue attività. Per fare un esempio: salendo una rampa di scale con tutta la calma, arrivava in cima con un affanno tremendo e tachicardia. Verso il mese di ottobre, in seguito ad un evento giocoso (giocava con la wii a tennis) la ragazza ha accusato una forte dispnea e tachicardia. Ci siamo recati in pronto soccorso, dove è stata subito assistita, le hanno fatto un videat cardiologico e tutte le analisi del caso. Dalle analisi è risultato un DDimero elevato per cui il medico del pronto soccorso, vista la dispnea e la tachicardia ha ritenuto opportuno fargli una TAC con MDC polmonare per scongiurare una trombosi. Per fortuna tutto era normale. Siamo usciti da p.s. con il consigli da parte del medico di fare un ecocardiogramma con doppler e una visita pneumologica. Così abbiamo fatto e ci è stato detto che era tutto nella norma. Abbiamo effettuato (su consiglio del medico curante) una serie di analisi per rilevare la presenza di eventuali virus, ed è risultato solo che aveva contratto in passato la mononucleosi. Abbiamo consultato un ematologo che ci ha tranquillizzati riguardo questo valore del DDimero dicendoci che spesso si alza anche in seguito ad infezioni. Premetto che la ragazza aveva usato in passato la pillola anticoncezionale per cisti ovariche ma che aveva interrotto già da 6 mesi prima della comparsa dei sintomi. Ad oggi, la ragazza doveva sottoporsi ad un piccolo intervento per togliere un neo, rifacendo tutte le analisi ci siamo ritrovati di nuovo per ben due volte con questo DDimero elevato e in più la transferrina a valori esagerati. Insomma, la ragazza continua ad avere questa dispnea, la tachicardia, sempre solo dopo qualche sforzo, e questo valore anormale. Nessuno sa darci una spiegazione. Vorrei inviarvi gli accertamenti eseguiti ma non so come fare...
Grazie a tutti

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Maurizio Cecchini
32% attività
20% attualità
16% socialità
PISA (PI)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2009
Non è dato sapere ne l età di sua figlia, ne la terapia che sta assumendo ( anticoncezionali?) ne il suo peso, ne se fuma
Effettivamente il D dimero può aumentare in corso di infezioni, ma tale valore deve essere attentamente valutato, escludendo fattori di trombo filia, specie se nella sua famiglia ci fosse una St.,ora di aborti ripetuti, ictus cerebrali od infarti.
Ne parli con il suo medico
Cordialità
Cecchini
www.cecchinicuore.org
[#2] dopo  
Utente 307XXX

Iscritto dal 2007
Gentilissimo Dott. Cecchini, mi scusi se ho omesso alcune informazioni importanti:
mia figlia ha 18 anni, non assume nessun farmaco, nemmeno anticoncezionali, non fuma, non beve è alta 1.60 per 55 kg.
Mi sono permessa di riportare quì la storia di mia figlia proprio perchè ne il medico di famiglia, ne l'ematologo, ne il cardiologo hanno saputo darmi una risposta.
Mi permetto di postare un link dove potrà visionare i diversi controlli effettuati.
Grazie per ogni tipo di consiglio che potrà tornarci utile.
Abbiamo valutato anche i fattori per la trombofilia e nella mia famiglia non ci sono storie di aborti, mio padre è deceduto per una emorragia cerebrale, e nessuno ha avuto o è deceduto per infarto.

http://www.flickr.com/photos/42554186@N05/

[#3] dopo  
Utente 307XXX

Iscritto dal 2007
Non mi risponde nessuno?