Utente 174XXX
Salve carissimi medici,
sono una ragazza di 29 anni , e 8 gg fa sono ho avuto una colecistectomia a causa di coliche biliari e pancreatite acuta!
Vi scrivo perchè vorrei sapere se è giusto o comunque non del tutto anomalo il fatto che sia molto più stitica rispetto a prima dell'operazione....
Sto seguendo una dieta priva di grassi:
pasta in bianco , bollito, verdure al vapore (zucchine, patate, carote, sedano),bresaola, insalata, pane tostato e fibre "al bran",e mela, biscotti secchi!
Ma nonostante questa dieta ,,spero vada bene, ho come un'aciditá in fondo alla gola e non so se puô essere correlato al mio intervento!
Prima dell'intervento avevo difficoltà digestive e un pô di reflusso gastrigo!
Volevo inoltre chiedere se posso aggiungete qualcos'altro alla dieta , esempio :
succhi di frutta, focaccia liscia, kiwi torta di mele senza burro e pochissimo olio e zucchero !
Un ultima cosa ho gia fatto la visita d controllo e tolto i punti e ho chiesto a loro di questi problema ma ha risposto in modo evasivo senza affermare o negare nulla e la mia dottoressa ha detto solo di aspettare un pó e vedere come vanno i sintomi .... Ma sono un pó preoccupata anche perchè sento anche fastidio quando mi corico a letto senni giro sul lato destro e se mi metto a pancia in giú!
Leggendo questo forum ho visto che anche se operata potrei avere altre coliche ma possono essere evitare seguendo una corretta alimentazione? Potrei avere ancora una pancreatite o una colica biliare??
Grazie mille davvero!

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Felice Cosentino
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2008
Prenota una visita specialistica
Gentilissima,

Credo che possa iniziare, senza eccedere, una normale alimentazione. I sintomi riferiti sono da reflusso ed alcune posizioni (fianco destro e decubito prono) possono favorirlo. Utile una terapia antisecretiva. Non vedo i motivi di preoccuparsi di nuove coliche o rischio di pancreatite.

Cordialmente


[#2] dopo  
Utente 174XXX

Iscritto dal 2010
Grazie mille dottore,
Una domanda ...cosa posso prendere per la terapia antisecretiva???
Cordiali saluti.
[#3] dopo  
Dr. Felice Cosentino
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2008
Sono i farmaci tipo omeprazolo, lansoprazolo, rabeprazolo, pantoprazolo, esomeprazolo, utili per ridurre la secrezione acido-gastrica. Ne parli con il suo medico per la prescrizione. Per un immediato beneficio può assumere uno sciroppo antireflusso.

Cordialmente

[#4] dopo  
Utente 174XXX

Iscritto dal 2010
Grazie mille nel frattempo di andare dalla dottoressa posso prendere il malox sciroppo? In casa ora ho questo!
Lo prendo al bisogno!? O prima dei pasti? Dopo i pasti??
Grazie ancora!
[#5] dopo  
Dr. Felice Cosentino
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2008
L'antiacido va preso dopo i pasti e prima di andare a letto.

[#6] dopo  
Dr. Lucio Pennetti
32% attività
8% attualità
16% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 56
Iscritto dal 2009
Gentile utente,essendo stata operata di colecistectomia ,l'associazione con la pancreatite acuta sarà stata determinata da sabbia biliare nel coledoco con conseguente irritazione pancreatica.Pertanto ,sempre con il consenso del curante,accanto alla consigliata terapia antiacida non escluderei fluidificanti della bile e controlli della funzionalità epato-bilio-pancreatica.
Saluti
[#7] dopo  
Utente 174XXX

Iscritto dal 2010
Salve, grazie per la cortese risposta, a casa dispongo dell'ursilon 300, datomi precedentemente il ricovero per coliche biliari , prendo questo?per quanto tempo!?
E quando?prima lo prendevo 3 volte al giorno!
Distinti saluti.
[#8] dopo  
Dr. Lucio Pennetti
32% attività
8% attualità
16% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 56
Iscritto dal 2009
Sempre dopo parere del suo curante,consiglierei quello da 450 mg,tipoRR da assumere la sera alle 22.(non è un orario a piacere ma è contemplato dalla modalità di rilascio del farmaco)e preferibilmente(se ben tollerato)per almeno un mese.Il periodo di sospensione , la riassunzione e la modifica eventuale della posologia saranno valutati dal curante anche dopo esami di controllo.
Saluti
[#9] dopo  
Utente 174XXX

Iscritto dal 2010
Grazie , allora sentiró il mio medico di famiglia.