Login | Registrati | Recupera password
0/0

Prurito alle parti intime

(archivio consulti: per vedere la pagina aggiornata clicca QUI)
  1. #1
    Utente uomo
    Iscritto dal
    2010

    Prurito alle parti intime

    Buona sera
    da qualche giorno ho del prurito alla parte inferiore della pelle esterna del pene, oggi ho iniziato ad avere del prurito nella parte interna sotto al glande, ho anche notato che si sono formate delle scaglie bianche che non avevo mai avuto , premetto che mi lavo ogni giorno e per cui escludo che sia causa della scarsa igiene , premetto anche che da circa dieci giorni non ho rapporti sessuali , questo prurito si scatena all'improvviso , in fase di eccitazione il prurito aumenta , provo sollievo a massaggiare con le dita il glande . Cosa potrebbe essere??
    Grazie



  2. #2
    Indice di partecipazione al sito: 1527 Medico specialista in: Andrologia

    Risponde dal
    2006
    Caro Utente,si tratta di una balanopostite che va diagnosticata assieme alla Sua partner,per evitare il fenomeno del ping pong nell'ambito della coppia.Inoltre,è necessario che esegua un tampone del secreto balanico ed aggiorni gli esami ematochimici generali ed,in particolare,la glicemia e l'emoglobina glicosilata.Qualche parente stretto soffre di diabete?Ne parli con il medico di famiglia e ci aggiorni in seguito.Cordialità.


    Dr. Pierluigi Izzo
    Specialista in Andrologia
    Perfezionato in Sessuologia Medica

  3. #3
    Utente uomo
    Iscritto dal
    2010
    Buongiorno dottore
    grazie per la tempestiva risposta , mi potrebbe spiegare che legame ha il diabete con il sintomo che le ho descritto? Nessun parente soffre di diabete a quanto ne sappia , faro gli esami comunque per un controllo generale . Il prurito non e' costante , inizia senza un motivo preciso e poi sparisce nello stesso modo ovviamente se continuo a grattarmi il prurito aumenta , comunque come le ho scritto nella precedente provo un gran sollievo se massaggio con il pollice la parte sottostante al glande ( ossia la parte dove finisce il glande e inizia l'asta ) il prurito comprende tutta quella parte escluso il filetto . Grazie




  4. #4
    Indice di partecipazione al sito: 1527 Medico specialista in: Andrologia

    Risponde dal
    2006
    ...il controllo del diabete dovrebbe essere routinario in questi casi.Tranquillo.Cordialità.


    Dr. Pierluigi Izzo
    Specialista in Andrologia
    Perfezionato in Sessuologia Medica

  5. #5
    Utente uomo
    Iscritto dal
    2010
    sinceramente io ho pensato a tutte le altre possibilita' ma non al diabete, il glande ha la stessa colorazione di sempre ma sembra avere delle macchie rossastre , e nel caso di eccitazione si sente un leggero restringimento della pelle che lo riveste, non provoca dolore anzi......un senso di prurito quasi piacevole .




  6. #6
    Indice di partecipazione al sito: 1527 Medico specialista in: Andrologia

    Risponde dal
    2006
    ...il diabete è una lontana ipotesi diagnostica routinaria.In attesa di una diagnosi completa...continui a grattarsi,ma eviti il faidate.Cordialità.


    Dr. Pierluigi Izzo
    Specialista in Andrologia
    Perfezionato in Sessuologia Medica

  7. #7
    Utente uomo
    Iscritto dal
    2010
    Grazie per il consiglio




  8. #8
    Utente uomo
    Iscritto dal
    2010
    Come posso alleviare il prurito senza creare delle feriti che si possono produrre grattandomi??
    In merito alle scaglie biancastre che si formano sotto al glande le sto' lavando con del detergente intimo ma ho osservato che prima si formavano sotto al glande adesso si stanno formando anche sul glande , cioe' se mi sfrego con le dita sul glande si formano le scaglie che comunque non hanno cattivo odore . Come posso limitare queste fastidiosissime scaglie e il prurito??
    Grazie



  9. #9
    Indice di partecipazione al sito: 355 Medico specialista in: Andrologia

    Perfezionato in:
    Sessuologia

    Risponde dal
    2007
    Gent.mo utente

    poichè da questa postazione è impossibile fare una diagnosi e visto il quadro clinico da lei descritto, è ora di farsi vedere dal suo medico di base che dopo valutazione diretta, le indicherà la migliore soluzione.

    Cordiali saluti


    Dott. Carlo Maretti
    Specializzato in Andrologia
    www.andrologia-online.it

Discussioni Simili

  1. Macchie particolari
    in Andrologia
    Risposte: 1
    Ultimo Messaggio: 04/04/2012, 22:43
  2. Risposte: 1
    Ultimo Messaggio: 27/04/2012, 12:38
  3. Risposte: 5
    Ultimo Messaggio: 10/05/2012, 11:04
  4. Prurito testicolo
    in Andrologia
    Risposte: 1
    Ultimo Messaggio: 22/05/2012, 03:47
  5. Risposte: 5
    Ultimo Messaggio: 06/03/2012, 20:49
ultima modifica:  03/09/2014 - 0,11        © 2000-2011 medicitalia.it è un marchio registrato di MEDICITALIA s.r.l. - P.I. 01582700090 - staff@medicitalia.it - Fax: 02 89950896