Utente 247XXX
Salve,
ho 35 anni e dal 22 aprile scorso è iniziata una febbricola altalenante da 36.5 a 37.3... ho eseguito le analisi del sangue (protidogramma, urine, glicemia, pcr, ves, calcemia, creatininemia, potassiemia, ast, alt, urinocultura completa..) tutte nella norma... una decina di giorni fà sembrava sparita ma da l'altro ieri è ricomparso nel pomeriggio qualche decimo di temperatura ed oggi di nuovo gran parte del giorno con questa alterazione con picco max 36.7.
I sintomi che ho sono mal di testa frontale, sulle tempie e sopra la fronte... (che ho mantenuto dall'inizio) potrebbe essere una forma allergica... vengo da un periodo stressante e ho smesso di allattare da un paio di settimane... cosa ne pensa della mia situazione? potrebbe essere una forma allargica? o gli ormoni? io sono molto preoccupata e penso al peggio... vorrei capirci qualcosa.... il mio medico dice che se le analisi sono apposto non mi devo preoccupare, io invece preoccupata lo sono e vorrei sentire un altro parere....

Grazie anticipatamente...
Saluti

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
156628

Cancellato nel 2015
Gentile utente,
nel Suo caso non si può neanche parlare di febbricola, ma di minime alterazioni della temperatura corporea, pregresse peraltro (36.7° non rappresenta un valore anomalo).
Il sintomo di rilievo è piuttosto la cefalea frontale: in "area" allergologica (ma, ancor meglio, ORL) in questi casi si deve escludere il sospetto di una sinusite - che rappresenta abbastanza spesso una complicanza della rinite allergica (soprattutto da allergeni perenni).
Ne parli col Suo medico curante.
Saluti,
[#2] dopo  
Utente 247XXX

Iscritto dal 2012
Vorrei intanto ringraziarLa per avermi risposto... e correggermi che la febbricola è iniziata il 22 marzo e non il 22 aprile come ho indicato precedentemente!!

Cmq ho eseguito le analisi del citomegalovirus (CHE HO GIà AVUTO ANNI Fà) per vedere se si poteva trattare di una riattivazione...
il 27 aprile----
negativo da 0 a 18
dubbio da 18 a 22
positivo maggiore di 22

il mio esito è 23.3 (considerando che la febbricola era gia presente da 40 giorni, il valore basso è dovuto alla fine del virus?!). Proprio per questo motivo ho pensato che la causa poteva essere questa riattivazione ma il mio medico dice che questo virus secondo lui è una conseguenza e non la causa del mio 'malessere'... a me non convince molto perchè ho letto che i sintomi della riattivazione di cmv sono proprio febbricola e mal di testa (oltre che a dolori muscolari che io non ho)...
Inoltre da circa 5 giorni la febbricola è infatti terminata e con essa anche il mal di testa... e avverto solo un leggero indolenzimento dietro le orecchie di tanto in tanto...anche se sono in paranoia con ogni minimo doloretto alla testa che sento quotidianamente!

Potrebbe essere il cmv la causa di tutto questo?

La ringrazio anticipatamente...
Saluti
[#3] dopo  
156628

Cancellato nel 2015
La presentazione clinica secondo quanto descritto non è quella di una riattivazione di CMV, quindi la risposta è no. Il dato di laboratorio lo conferma (in assoluto se si tratta di un dosaggio di IgG, com'è più probabile; in maniera "relativa" se sono IgM).
In ogni caso, mi pare che la questione sia risolta: è questa l'unica cosa che conta.
Saluti,