Utente 201XXX
Buon giorno,
sono preoccupata per mia zia di anni 75, più di 10 anni fa è stata operata a Monaco per la seconda volta di "asportazione emangioma cavernoso gigantesco all'occhio destro. La scorsa settimana all'occhio sinistro le è stato diagnosticato una maculopatia umida. Il medico le ha però detto che non sanno se potranno farle le iniezioni di Antio....lucentis (scusate, non ricordo perfettamente il nome), proprio a causa dell'altro intervento, hanno aggiunto tra l'altro, che ci sarebbe un altro farmaco, ma non ha un effetto di cura sicuro...poverina, l'hanno spaventata a morte dicendole che comunque se non fa quelle iniezioni perderà la vista ecc.
Ok, oggi si parla chiaro, va bene, ma mia zia come può fare? Sarebbe tornata a monaco se non avesse il marito paralizzato per il Parkinson. Posso chiedervi un parere e se potete darmi qualche nominativo di un buon chirurgo oculista nella zona Pavia o Milano? Mi scuso sin da ora e aspetto con ansia una vostra risposta. Grazie.
[#1] dopo  
Dr. Carlo Orione
52% attività
12% attualità
20% socialità
GENOVA (GE)
Rank MI+ 84
Iscritto dal 2007
Gentile Utente,
solo dopo una visita accurata e la visione di tutti gli esami effettuati (OCT, FAG retinica, TAC orbitaria) possiamo darle una risposta.

Cordiali saluti
[#2] dopo  
Dr. Carlo Orione
52% attività
12% attualità
20% socialità
GENOVA (GE)
Rank MI+ 84
Iscritto dal 2007
La FAG e l'OCT dimostrano la necessità dell'iniezione intravitreale.
Ha un referto di TAC delle orbite?
[#3] dopo  
Dr. Carlo Orione
52% attività
12% attualità
20% socialità
GENOVA (GE)
Rank MI+ 84
Iscritto dal 2007
La decisione se effettuare un laser o una iniezione IV o ambedue i trattamenti viene presa dopo aver visionato la paziente e gli esami effettuati.
Cordialmente