Utente 250XXX
gentili e sempre disponibili dottori cordiali saluti. Sono un ragazzo di 32 anni e da qualche tempo soffro di fastidi come sgocciolamento post minzione e scarso volume eiaculato (con lievi perdite post eiaculazione).Nessun problema di erezione.. L'anno scorso svevo fatto vedere la cosa ad un urologo (forse anche andrologo non ricordo) e mi prescrisse antibiotici (vactrim forte) per giorni, Mi fece anche l'esame del dito e disse che la prostata era soffice e di medie dimensioni, dolorosa al tatto, (ma non grave mi sembra), didimi ed epididimi regolari. Non avevo cmq risolto il problema dopo gli antibiotici così mi prescrisse di fare esami urinocultura e spermiocultura e risentirci. Ci furono per certi giorni più , certi meno...migliorie della situazione..per poi ritornare sempre al punto di partenza. Ho aspettato quindi a fare l'esame sia per vergogna, paura,k sia perchè credevo che un periodo di lungo disintossicamento dalla birra (che bevevo quotidianamente sul litro)+ sport quotidiano (corsa).. ed alimentazione salubre.. potesse risolvere naturalmente la situazione. Nel frattempo ho cAmbiato momentaneamente città ed ho deciso (visti gli scarsi risultati ottenuti...ovvero sempre sgocciolamento post minzione e poco sperma) di andare dal medico di base x farmi consigliare. Lui mi ha fatto le impegnative x questi esami precedentemente citati (che ho svolto ieri) ma da oggi ho scoperto anche un ulteriore fastidio!!! v i prego di credermi, non è una "paranoia" mia!. Ho anche fastidio ai testicoli..come un senso di calore..accompagnato ad un fastidio. Si è manifestato ieri in seguito alla raccolta dello sperma necessario per la spermiocultura e questo indolenzimento (non pesante) non mi è ancora passato. Anche se tasto con decisione il testicolo sento questo dolorino/fastidio.In realtà avevo già provato questa sensazione in passato..ma in rare occasioni dopo un rapporto sessuale...da ieri mattina invece questa pesantezza fastidio testicolare mi perseguita :(.
Vorrei ora gentilmente chiedervi se mi consigliate di attendere l'esito degli esami (urinocultura e spermiocultura) prima di far presente qst nuovo fastidio..o se devo recarmi al pronto soccorso o nuovamente dal medico di base per chiedere (con gran figura del matto) di fare ecografia testicolare per vedere se tutto ok. Spero davvero di uscire da questo ingolfamento delle mie vie urinarie sessuali perchè davvero mi sto angosciando.

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Roberto Mallus
36% attività
12% attualità
20% socialità
LATINA (LT)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2003
Gent.le utente,
la sintomatologia è quella di una prostatite.Eseguire una eco scrotale non serve a niente, la regione testicolare è un punto di irradiazione del fastidio prostatico.
Visto che è passato tempo ricominci con una visita urologica e segua scrupolosamente i consigli, difficile che una prostatite possa passare con un ciclo di bactrim.
Cordialità
[#2] dopo  
Utente 250XXX

Iscritto dal 2012
Grazie x tempestiva risposta. bene...x lo meno lei mi pare ipotizzare, gentile dottore, che non si tratti di un varicocele. Gli esami indicati dal medico di base van bene per capire se di prostatite si tratta? mostrerò a lui i risultati e chiederò a lui di consigliarmi un urologo (andrologo è lo stess trattandosi anche di sperma?) in zona...visto che in gallarate-varese non conosco nessuno (magari particolarmente bravo). La informo inoltre che il medico di base mi ha prescritto anche , nel caso dopo gli esami, 5 giorni di antibiotico avodart

ps= è necessario anche uno spermiogramma?

Si guarisce da questo brutto fastidio dottore? essere intervenuto in ritardo ha pregiudicato x sempre la mia eventuale guarigione? come già può veder da mia cartella sono soggetto ansioso e vittima di umori tristi...spero non arrivi qualche nuova mazzata...!

Grazie x sua disponibilità e saluti
[#3] dopo  
Dr. Roberto Mallus
36% attività
12% attualità
20% socialità
LATINA (LT)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2003
Gent.le utente,
la visita urologica può effettuarla anche nell'ambulatorio urologico dell'ospedale di Varese.
Il suo medico non Le ha prescritto un antibiotico ma un decongestionante prostatico .
Tranquillo si tratta probabilmente solo di una infiammazione della ghiandola prostatica.nel frattempo non assuma cibi piccanti e birra e superalcolici.
Cordialità