Utente 256XXX
In seguito a forte anemia da ciclo abbondante, la ginecologa mi ha prescritto la pillola anticoncezionale klaira + 1 ferrograd e 1 folidex al giorno.
Dopo 2 mesi l'anemia è rientrata ma ho dovuto smettere la klaira (31 marzo scorso) per costanti mal di testa tensivi, sensazione di perdita dell'equilibrio e capogiri. Permanendo il mal di testa a distanza di settimane anche senza la klaira (niente più capogiri ed equilibrio ok però), il medico mi ha controllato la pressione e, trovandola molto alta (160/105), mi ha prescritto 1 pillola al giorno di lobidiur 5+12,5 che, dopo circa 3 mesi, ha migliorato la situazione pressoria ma non molto la mia cefalea tensiva e in più è comparso un tremore, più visibile alla mano destra, che si accentua in seguito ad assunzione di caffè.
Preciso che il mio standard di pressione è sempre stato 120/80 anche durante tutta la gravidanza, non ho mai sofferto di mal di testa e ho sempre assunto una modica quantità di caffè giornaliera senza conseguenze.
Misurando in seguito la pressione con uno strumento a mercurio (il mio medico ha quello digitale con manicotto) i valori si aggiravano intorno ai 115/60, anche per l'arrivo dei primi caldi, e quindi ho preso spontaneamente mezza pillola causando l'ira del mio medico.
Dopo un diatriba su quale fosse la strumentazione migliore per misurare la pressione e dopo la mia insistenza su un forte senso di spossatezza quasi di intontimento alla sera e l'insorgenza di questo tremore, il medico ha deciso di cambiare la pillola e mi ha prescritto lobivon 5 mg "senza effetto diuretico così si stressa meno l'organismo e per mantenere i battiti bassi" - mi ha detto - in quel momento avevo 84 bpm ma nelle misurazioni precedenti erano evidentemente più alti.
Siccome il 26 giugno prossimo ho appuntamento con l'ematologo per i controlli dell'anemia e vorrei chiedere a lui come procedere, per ora ho smesso la lobidiur e non ho ancora preso la lobivon. Sono in questa situazione da 4 giorni e il tremore è quasi svanito, la pressione pare assestata sui 130/80 (dico pare perché è così quando la misuro poi non so se durante il giorno ci sono degli sbalzi), la tensione alla testa è ancora presente e secondo il mio medico è dovuta ancora agli sbalzi ormonali della pillola, che ripeto ho preso a febbraio e marzo scorsi.
Vorrei chiedere, è possibile che una pillola possa causare tutto ciò anche a distanza di mesi ormai? Il tremore può essere un effetto collaterale della lobidiur? qual è il suo parere sulla cura data dal medico? data la mia attuale situazione pensa che sia utile assumere la lobivon o è meglio attendere ancora un po' per vedere se la pressione rimane su quei valori? Purtroppo non mi fido più molto del mio medico perché è disattento ai sintomi che gli riporto ed è solo concentrato sulla terapia farmacologica e mi sento un po' sola nell'affrontare questo problema.
Grazie in anticipo per l'aiuto che vorrà darmi.
Buona giornata.

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Ugo Miraglia
28% attività
0% attualità
12% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 40
Iscritto dal 2005
Che un betabloccante possa dare tremore mi sembra cosa alquanto strana, visto che sono farmaci usati appunto per contrastare il tremore essenziale...di sicuro con l'arrivo del caldo la terapia antipertensiva va rivisitata, ma le consiglio di farlo sempre secondo le indicazioni di uno specialista.