Utente 248XXX
salve,volevo delle informazioni sulla sedo analgesia dato che ieri dovevo effettuare un intervento di emorroidi con il metodo thd,premetto che non ho affatto paura dell'intervento in se in quanto 4 anni fa mi operai di emorroidectomia con anestesia spinale.ieri ero tutto pronto ma al momento di firmare per l'anestesia rifiutai per paura di questa anestesia che mi avevan detto era generale ed io è come se dormissi e addirittura se mi chiamano durante l'intervento io posso anche rispondere.la mia paura è..essendo 1 tipo allargico a peniccillina,bactrim e come alimenti al kiwi ho sempre avuto paura che magari iniettandomi qualche farmaco io non mi svegli più per un allergia magari e poi ho la paura perchè l'anestesista a che sono sveglio a che lui mi dirà..adesso ti girerà 1 po la testa e poi io non ricorderò più nulla per poi risvegliarmi in stanza sempre se tutto andrà bene.volevo spiegato più approfonditamente proprio da 1 anestsesista se ci sono rischi per persone allergiche come me a penicillina o bactrim e se comunque ci sono rischi di non svegliarmi più,dato che lunedì vorrei ricontattare il medico e chidergli se può operarmi settimana prossima dato che questo prolasso emorroidario interno mi da disturbi alla vescica oltre che all'intestino e praticamente ho sempre pancia gonfia d'aria,il cibo eruttando me lo sento sempre fermo nello stomaco,difficoltà ad evacuare ovviamente che avviene solo per mezzo manuale e la vescica si svuota solo quando evacuo e tolgo questo peso probabilmente portato dal prolasso che appunto fa peso nella vescica.cordiali saluti.

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Stelio Alvino
44% attività
16% attualità
20% socialità
MONTEPULCIANO (SI)
Rank MI+ 80
Iscritto dal 2008
Gentile Utente, l'emorroidectomia con metodo THD è una tecnica chirurgica innovativa che permette di risolvere il problema da lei sofferto attraverso un intervento mini invasivo che non necessità di anestesia generale ne tanto meno di anestesia spinale ma solo di una sedazione e analgesia che permette un buon rilassamento del paziente e contemporaneamente la scarsa percezione del dolore provocato dall'operatore. Anche perché la tecnica prevede l'intervento in zona anatomicamente a scarsa innervazione per cui il dolore è decisamente ridotto.
Ma mi sembra che la sua principale preoccupazione sia quella di presunte allergie riferite. Molti pazienti anestetizzati da noi abitualmente possono presentare delle allergie e spesso queste sono proprio per anitibiotici e/o alimenti. Un momento importante proprio per questo è quello della visita anestesiologica dove il paziente deve comunicare tutto all'Anestesista che lo visita in modo tale da valutare rischi e potenziali complicanze legate anche a problematiche di natura allergica. Difficilmente comunque queste riguardano i farmaci da noi utilizzati e in particolar modo quelli che dovrebbe fare per una sedo-analgesia. A volte in particolari casi è possibile eseguire preventivamente un trattamento desensibilizzante per ridurre un' eventuale crisi allergica. Ma è lo specialista che l'ha in cura che dovrà decidere, in base alla visita medica eseguita, l'eventualità di questa prescrizione. Ed è a lui che si deve affidare con serenità. Vedo come una probabilità assai remota il fatto che...."possa non svegliarsi più". Stia tranquillo che mentre lei dorme l'anestesista accanto a lei monitorerà tutte le sue funzioni vitali e sarà vigile affinché nulla le possa accadere e comunque saprà per tempo affrontare ogni possibile complicanza dovesse insorgere.
Cordialità